Accesso a Open Innovation

.

contributi per l'innovazione

Agevolazioni per le MPMI che intendono avvalersi di piattaforme di Open Innovation

Regione Lombardia intende favorire l'accesso da parte di MPMI a piattaforme di Open Innovation per sviluppare la propria competitività.
Sono previsti contributi fino al 50% delle spese ammissibili e con un massimale di € 20.000 per l'acquisto di servizi e/o consulenza prestati da soggetti esterni all'impresa; spese ammissibili possono essere:

  • attività preparatorie (qualificazione della sfida);
  • attività direttamente connesse con l'utilizzo della piattaforma;
  • attività finalizzata alla valutazione delle risposteottenute e all'integrazione nel processo di innovazione.

Le selezione del fornitore è interamente demandata a carico dell'impresa beneficiaria, che può individuare quello che meglio risponde alle sue necessità, motivandone la scelta. In sede di valutazione verrà esaminata la coerenza fra gli obiettivi del progetto e i servizi offerti dalla piattaforme/broker di Open Innovation che si intende utilizzare. Non è obbligatorio iscriversi alla piattaforma di Open Innovation elaborata da Regione Lombardia (sebbene sia uno strumento utile per individuare competenze che possono essere integrate nel progetto), poichè la scelta del fornitore è libera (si possono scegliere anche fornitori internazionali).

Possono presentare domanda le MPMI con almeno una sede operativa in Lombardia, con i seguenti codici Ateco 2007 (primario/secondario):

  • settore delle costruzioni e manifatturiero (lettere C ed F);
  • settore dei servizi alle imprese: produzione di software, consulenza informatica e attività connesse (J62), attività di servizi d’informazione e altri servizi informatici (J63), attività degli studi di architettura (M71.11), attività degli studi di ingegneria (M71.12.1), servizi di progettazione di ingegneria integrata (M71.12.2), ricerca scientifica e sviluppo (M72), attività di design di moda e design industriale (M74.10.1), attività dei disegnatori tecnici (M74.10.3), altre attività di design (M74.10.9).

Le domande possono essere presentate a partire dal 29 gennaio 2015 fino ad esaurimento risorse, ma comunque non oltre il 1 giugno 2015, tramite il portale Gefo; le domande dovranno sottostare ad una istruttoria formale e tecnica.

Che cosa si intende per piattaforme di Open Innovation?
L'Open Innovation è un nuovo modello di gestione della conoscenza che descrive processi di innovazione caratterizzati dall'apertura verso l'esterno, oltre i confini tradizionali dell'impresa; questo modello prevede che non sia più necessario sviluppare internamente la ricerca per generare valore, ma si cerca di sfruttare e valorizzare le migliori innovazioni che il mercato offre all'esterno, inserendole nel modello di business. Le logiche di Open Innovation sono varie e possono prevedere, ad esempio, la collaborazione con centri di ricerca esterni, il coinvolgimento come parte attiva di clienti e fornitori o l'eventuale cessione dei risultati della ricerca interna, trasformando progetti di sviluppo interni in open source.
Le piattaforme di Open Innovation sono degli "attori" specializzati nella soluzione di problemi tramite sfide (scritte assieme ai clienti); problemi che possono essere risolti sono, ad esempio:

  • l'ideazione di nuovi prodotti/servizi,
  • validazione di idee per nuove strategie, investimenti e brevetti,
  • ricerca e selezione di brevetti e pubblicazioni rilevanti per la tecnologia dell'impresa,
  • gestione del rapporto di ideazione, strutturazione e sviluppo di progetti per la soluzione di problemi specifici,  
  • ricerca di collaboratori con competenze specifiche e difficili da trovare. 

Regione Lombardia ha appena lanciata la propria piattaforma di Open Innovation, che mira a offrire agli operatori dell'innovazione uno spazio di confronto per lo scambio di conoscenza e progetti innovativi; la piattaforma vuole promuovere il confronto anche con stakeholder regionali e i destinatari delle politiche di supporto alla ricerca, innovazione e competivitià per un dialogo continuo con il territorio.

Link istituzionale
Scheda di sintesi