PREVENZIONE ANTINCENDIO

.

 

Quello che c'è da sapere sulla prevenzione antincendio

Nuovo elenco delle attività soggette al controllo dei Vigili del Fuoco

 

Il DPR n. 151/2011 - Regolamento di semplificazione del certificato di prevenzione incendi, in vigore dal 7/10/2011, individua le attività soggette alla disciplina della prevenzione incendi (modificando il precedente elenco delle attività soggette a controllo dei Vigili del Fuoco).

Le attività che precedentemente non erano soggette e che lo sono diventate a seguito della promulgazione del nuovo elenco, hanno tempo fino all’ 1 novembre 2015 per presentare un progetto di prevenzione incendi (se necessario in base alle procedure) e fino al 7 ottobre 2016 per adeguarsi.

Dalla verifica delle attività soggette alla disciplina della prevenzione incendi e quindi a controllo dei Vigili del Fuoco si possono verificare 4 casistiche:

 

1- L’ATTIVITA’ PRIMA DEL 2011 NON ERA SOGGETTA A PREVENZIONE INCENDI E ANCHE PER IL DPR 151/2011 NON E’ SOGGETTA ALLA PREVENZIONE INCENDI

In questo caso non si deve effettuare alcun adempimento nei confronti dei Vigili del Fuoco.

Resta comunque da rispettare la normativa di prevenzione incendi nei luoghi di lavoro disciplinata dal Dlgs 81/08 e smi e dal DM 10.03.1998

2- L’ATTIVITA’ PRIMA DEL 2011 ERA SOGGETTA A PREVENZIONE INCENDI E ANCHE PER IL DPR 151/2011 E’ SOGGETTA ALLA PREVENZIONE INCENDI

Se si rientra in questo caso e non si è in possesso del CPI, in corso di validità, o della Scia antincendio si deve procedere all’ultimazione dell’iter con adeguamento alla norme ora vigenti.

Se, invece, si è in possesso di CPI o Scia in corso di validità non si deve procedere con ulteriori adempimenti

3- L’ATTIVITA’ PRIMA DEL 2011 NON ERA SOGGETTA A PREVENZIONE INCENDI E PER IL DPR 151/2011 E’ DIVENTATA SOGGETTA ALLA PREVENZIONE INCENDI

Se si rientra in questo caso si ha tempo fino al 1° novembre 2015 per predisporre e presentare ai Vigili del Fuoco un progetto di prevenzione incendiSe il progetto prevede adeguamenti strutturali si ha tempo fino al 7 ottobre 2015 per adeguarsi.

4- L’ATTIVITA’ PRIMA DEL 2011 ERA SOGGETTA A PREVENZIONE INCENDI E PER IL DPR 151/2011 E’ DIVENTATA NON SOGGETTA ALLA PREVENZIONE INCENDI

Se si rientra in questo caso si consiglia di inviare una comunicazione ai Vigili del Fuoco segnalando di non essere più soggetti a controlli.

 

 

Non adeguarsi, comporterebbe esporsi a sanzioni penali o amministrative per il datore di lavoro e potrebbe implicare anche la chiusura dell’attività.

Il documento in allegato in calce all'articolo si pone l’obiettivo di aiutare ogni datore di lavoro a valutare se la propria attività possa essere soggetta o meno al controllo da parte dei Vigili del Fuoco.

Per ulteriori informazioni, chiarimenti o approfondimenti, invitiamo tutti contattare la Dott.ssa Roberta Manelli, dell’ufficio SGS di via Savona 52, al numero di telefono 02.422.96.807

 

 

Documenti
Scarica questo file (Comunicazione prevenzione incendi_Allegato elenco attività.pdf)Elenco attività[ ]2774 kB