CNA Milano Monza Brianza insignita dell’attestato di civica benemerenza

.

 

  PREMIO AMBROGINO D'ORO 2015

CNA MILANO MONZA BRIANZA INSIGNITA DELL'ATTESTATO DI CIVICA BENEMERENZA

Lunedì  7 dicembre a Milano la CNA di Milano Monza Brianza  riceverà l’attestato di civica benemerenza, prestigiosa onorificenza del Premio Ambrogino d'oro   CNA: "Un riconoscimento che valorizza e premia l'impegno di tutti, dirigenti imprenditori e collaboratori, in un periodo non facile segnato dalla crisi"

Per la Confederazione è  un importante riconoscimento. Si tratta del Premio Ambrogino d'oro 2015,  conferito ogni anno dal Comune di Milano a chi si è distinto per opere ritenute particolarmente meritevoli tali da dare lustro alla città. Il premio prevede due tipi di onorificenze: medaglie d'oro e attestati di civica benemerenza, assegnati rispettivamente a persone fisiche e associazioni. Tra le 20 associazioni premiate con l'attestato di civica benemerenza, ci sarà anche la CNA di MILANO Monza Brianza.

Alla cerimonia ufficiale di consegna dei premi, in programma Lunedì 7 dicembre presso il Teatro Dal Verme di Milano e dove sarà presente il sindaco Pisapia

"Questo riconoscimento – dichiarano Daniela Cavagna  e Viviana Rottini, rispettivamente Presidente e Direttore  - ci riempie d'orgoglio, accogliamo con entusiasmo questo riconoscimento che vuole valorizzare l’intera realtà imprenditoriale.

Il mondo artigiano ha sempre dimostrato attaccamento al lavoro anche e soprattutto nei momenti economici difficili. L’impegno di migliaia di imprese ha contribuito e contribuisce a rappresentare Milano nel mondo come Città del lavoro, dell’intraprendenza, della genialità e soprattutto dell’accoglienza.

Nata nel 1965 ,CNA Milano, associazione provinciale della Confederazione Nazionale Artigianato e della Piccola Media Impresa, compie in coincidenza con il prestigioso anno dell’EXPO, il 50° della propria vita, del suo impegno di organizzazione delle imprese artigiane e non artigiane della città e provincia di Milano.

Un avvio in un contesto complesso e impegnativo ma ricco di fermenti costruttivi e di forti potenzialità entro cui, le piccole dimensioni autonome e imprenditoriali, venivano valutate come un residuato storico, certo di pregio, ma destinato alla scomparsa dal progressivo avanzare dei processi di pieno sviluppo industriale, pensato come unicamente incentrato sulle grandi dimensioni aziendali, sia pubbliche sia private.

Una partenza decisa e autofinanziata da un gruppo di piccoli imprenditori spinti dall’esigenza di avere uno strumento capace di dare voce ai propri bisogni di crescita e, contestualmente, di accrescere il pluralismo della rappresentanza economica, sociale e culturale che, a quel tempo, era attribuita dalla cultura politica prevalente alle organizzazioni industriali.

Una storia intrecciata di vicende umane, di sacrifici personali, di partecipazione e di sviluppi organizzativi che portò, dopo alcuni anni dalla nascita dell’allora “Artigianato Milenese”, alla confluenza nella Confederazione Nazionale dell’Artigianato.

50 Anni di rappresentanza dell’identità delle piccole imprese, di costruzione delle strutture di servizio e consulenza per la gestione dell’azienda, per il mercato e la competitività; di promozione di Consorzi per l’acquisizione collettiva di lavoro e per l’acquisto di materiali; di connotazione nelle specificità settoriali, produttive e di servizio nel campo della meccanica, dell’impiantistica, delle costruzioni, del trasporto persone e delle merci, della comunicazione e della moda, dell’alimentare e della sanità; la costituzione del Consorzio FIDI per il credito, la realizzazione di 20 insediamenti produttivi coordinati nella città e provincia su aree comunali e/o private., l’attenzione costante alla formazione.

CNA partecipare  inoltre alla costituzione di una rete di attori locali interessati a collaborare con il Comune di Milano per promuovere iniziative nell’ambito della sharing economy  massimizzandone gli impatti positivi in termini di innovazione e inclusione.

Un grazie particolare a Raffaele Grassi, Presidente S.A.Ta.M., Sindacato Artigiani Taxisti di Milano e Provincia, nonché Presidente della Commissione Consiliare  Commercio, Attività Produttive, Turismo Marketing Territoriale del Comune di Milano che ha proposto e avanzato la candidatura.”