Le proposte di CNA Professioni per la Legge di Stabilità

.

Le Proposte di CNA Professioni per la Legge di Stabilità

dichiarazione di franco ceriani

"Contenuti apprezzabili. E' il momento di misure strutturali"

“Far entrare i professionisti senza Albo nell’agenda di governo, e contribuire al riconoscimento dei loro diritti minimi di cittadinanza, è stato il caposaldo della scelta di CNA di fondare e organizzare CNA Professioni. Una scommessa, la riteneva qualcuno. Una scommessa, a conti fatti, vinta”. Lo dichiara Franco Ceriani, fotografo, Presidente regionale e referente per la provincia di Como di CNA Professioni.

“Le misure annunciate dal Presidente del Consiglio - prosegue – delineano un percorso coerente verso il riconoscimento del diritto dei professionisti a fisco, previdenza e welfare costruiti e modellati sulle loro esigenze specifiche”.

“Ora gli annunci – conclude Ceriani – dovranno trasformarsi in provvedimenti concreti e le misure temporanee diventare strutturali: è il caso del blocco dell’aliquota contributiva, che noi chiediamo anche di abbassare, gradualmente, al 24 per cento. E’ innegabile la sensazione di essere all’avvio di una nuova stagione delle professioni”.

Le proposte 

Proposte CNA     Fisco CNA Professioni    Previdenza CNA Professioni 

Sguardi al lavoro

.

Inail Lombardia | Rassegna cinematografica

sguardi al lavoro

Settimana Europea per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro 

In corrispondenza della "Settimana Europea per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro", INAIL Lombardia organizza a Milano, in collaborazione con la Fondazione Cineteca Italiana, la rassegna cinematografica “Sguardi al lavoro”.

Inoltre, il 19 ottobre p.v. verrà attivato il primo portale italiano sul cinema dedicato al tema della sicurezza sul lavoro, pensato per i professionisti della prevenzione ed il mondo della scuola .

Nel sito www.spettacolodellasicurezza.it sono infatti catalogati centinaia di film , documentari , cortometraggi, lungometraggi italiani ed internazionali, afferenti il tema.

Scarica la presentazione del portale “Lo spettacolo della sicurezza”

Scarica la brochure della rassegna cinematografica, ad ingresso libero, “Sguardi al lavoro”

La bilateralità artigiana in soccorso delle imprese

.

Ammortizzatori sociali

La bilateralità artigiana in soccorso delle imprese e dei lavoratori scoperti sul terreno degli ammortizzatori sociali

Con la pubblicazione del decreto legislativo 148 / 2015 dello scorso 24 settembre in materia di ammortizzatori sociali, è stato abrogato, senza disciplina transitoria tra vecchio e nuovo regime, l’art.3 comma 17 della Legge 92 / 2012 (Legge Fornero), relativo ai trattamenti di integrazione salariale (Aspi per i lavoratori sospesi) erogati a valere sul Fondo di Solidarietà bilaterale dell’Artigianato (Fsba).

Tali prestazioni di integrazione salariale, erogate dal Fondo di Solidarietà bilaterale dell’Artigianato, sono il risultato di una combinazione di risorse pubbliche e private bilaterali, come disciplinato dalla Legge Fornero. Nel giugno scorso le parti sociali datoriali e sindacali dell’artigianato hanno pertanto siglato in Lombardia, tramite l’Ente Bilaterale Lombardo dell’Artigianato (ELBA), una convenzione con INPS valida fino al 31 dicembre 2015 per attivare le conseguenti prestazioni di integrazione salariale>>>

Reddito d'autonomia

.

Reddito d’autonomia

Il presidente di CNA Lombardia Daniele Parolo esprime perplessità in termini di metodo e di efficacia

“Dovendo selezionare le priorità di investimento, avremmo creduto più opportuno contribuire alla creazione di posti di lavoro”

Il Presidente regionale della Confederazione Nazionale dell’Artigianato, Daniele Parolo, reagisce con cautela al varo del cosiddetto “Reddito d’autonomia” da parte della Giunta Maroni. Lo scetticismo del mondo dell’artigianato era stato già espresso da CNA ai primi segnali di Regione Lombardia in questa direzione.

Al centro delle preoccupazioni del Presidente Parolo sta il nodo dello sviluppo in una stagione di particolari ristrettezze di bilancio per l’ente Regione: “In questa fase il drastico calo di trasferimenti da parte dello Stato ha fortemente compresso gli investimenti regionali a favore della crescita e della tenuta del tessuto economico. Dovendo selezionare le priorità di investimento, avremmo creduto più opportuno contribuire alla creazione di posti di lavoro”.

A fronte della debolezza delle azioni a supporto della competitività, c’è il rischio di disperdere 250 milioni di euro in sussidi complessivamente poco efficaci: “Valuteremo con calma il dettaglio dei provvedimenti e non mettiamo in discussione la bontà delle loro finalità. Tuttavia – prosegue Parolo – nutriamo alcuni dubbi sulla concreta ricaduta di queste forme di sussidio sul rilancio della domanda interna. Noi diciamo a Regione: aiutiamo le imprese a creare più occupazione, ma partiamo dalle imprese, perché alla fine ci sarà un ritorno economico moltiplicato per i lavoratori e per le famiglie. Insomma, ben vengano le misure a favore di soggetti disabili e anziani, ma per i lavoratori inoccupati noi siamo per una ricetta fatta di più lavoro, non di più assistenza”.

Da ultimo, il Presidente regionale della CNA puntualizza: “Non possiamo non lamentare una sostanziale mancanza di coinvolgimento di tutte le organizzazioni datoriali sul Reddito d’autonomia. Credo avremmo potuto offrire un buon contributo di idee. Noi non vogliamo essere consultati per opporre veti, ma per far valere il punto di vista delle piccole imprese artigiane.”

CNA EXPO POINT presenta VUVUVUM

.

MILANO? VUVUVUM!

Il Prossimo 29 settembre, negli spazi di Via Savona 52 di CNA Milano Monza Brianza, la presentazione al pubblico della piattaforma che sarà attiva sotto la Madonnina dalla metà di ottobre.

Arriva Vuvuvum.com, il geo-marketplace dei servizi che guarda al mondo artigiano: un nuovo modo di fare compravendita che mette in contatto chi è vicino in modo veloce e verificato. Dall'idraulico alla dogsitter, ogni attività prevede una valutazione che serve a premiare qualità e affidabilità di chi offre il suo "saper fare". E tutto a portata di smartphone.

EXPO BRIANZA 2015

.

 EXPO BRIANZA

Da 26 settembre al 4 ottobre 2015 la Fiera Intercomunale dell'Artigianato e del Commercio vi aspetta alla sua 35^ Edizione 

Bando Innovare la Tradizione

.

1 milione di euro per i negozi storici

Contributi a fondo perduto con il bando "Innovare la Tradizione"

Il bando di Regione Lombardia "Innovare la Tradizione" prevede contributi a fondo perduto per i negozi storici lombardi.

Possono presentare domanda esclusivamente le imprese commerciali che alla data di presentazione della domanda abbiano ottenuto (o stiano ottenendo) il riconoscimento di “Insegna Storica e di Tradizione” o “Negozio/Locale storico” o “Storica Attività”.

I contributi sono previsti per la realizzazione di progetti nei seguenti ambiti:

  • Innovazione
  • Riconversione e sviluppo di impresa
  • Ricambio generazionale, trasmissione di impresa e rilancio occupazionale 

Sono ammissibili progetti che prevedono un programma di spesa superiore a € 8.000,00. Il contributo sarà pari al 70% dell'investimento complessivo ammissibile e fino a un massimo di €20.000,00.

Sono ammesse, ad esempio, le spese per:

  1. Interventi di innovazione digitale: attrezzature hardware (computer, totem, schermi e vetrine interattive) e software (wi-fi);
  2. Allestimento di spazi espositivi interni ed esterni; acquisto di arredi, macchinari, attrezzature; realizzazione di insegne e decori; realizzazione di nuovi impianti (es: elettrico, idraulico, impianti per la domotica); interventi finalizzati all'efficienza energetica (es: impianto fotovoltaico).
  3. Realizzazione di siti Internet e per l'attività di e-commerce; realizzazione di eventi di comunicazione (anche in forma telematica attraverso i social network), interventi per la formazione del personale. 

Le domande potranno essere presentate tramite il portale Siage a partire dalle ore 12.00 di giovedì 24 settembre 2015; la procedura valutativa è a sportello.

Link istituzionale 
Elenco dei negozi storici riconosciuti al 25 giugno 2015