Auto Aziendali in pista

.

3 ottobre 2015, Vairano di Vidigulfo (PV)

Auto aziendali in pista 

Il primo evento totalmente dedicato a chi utilizza l’auto per la sua professione

Sabato 3 ottobre la Pista di Quattroruote apre in esclusiva per tutti i possessori di Partita IVA. Liberi Professionisti, Artigiani e titolari di Piccole Imprese potranno effettuare, affiancati dai driver di Quattroruote, diverse tipologie di test drive su oltre 100 modelli di auto di 20 Marchi diversi, richiedere piccole consulenze ai nostri esperti sui molteplici aspetti inerenti l’auto aziendale, divertirsi sperimentando le ultime novità in tema di infotainment e dotazioni di bordo hi-tech e molto altro. >>>

Aprire una nuova Partita IVA

.

 Apertura di una nuova Partita IVA

Regime dei Minimi e nuovo Regime a forfait: come esercitare l'opzione in fase di apertura di una nuova partita IVA

Digital Award - il coraggio di innovare

.

premia il tuo coraggio di innovare!

Con il progetto Digital Award di Regione Lombardia

Regione Lombardia, insieme a Unioncamere e Meet the Media Guru, ha avviato un programma per premiare le realtà che hanno investito in innovazione e digitale: è "Digital Award - ll Coraggio di Innovare".

L’obiettivo è dare spazio e visibilità a quelle imprese che hanno avviato progetti ed esperienze di innovazione determinati dall’introduzione di una soluzione digitale o dallo sviluppo di un prodotto/servizio digitale innovativo.

Saranno premiati i migliori progetti nei settori moda, design, commercio, turismo, logistica merci, fiere e imprese creative capaci di raccontare il coraggio di innovare e le motivazioni umane e professionali che lo hanno generato. I vincitori riceveranno un premio di € 5.000.

L’iniziativa si rivolge infatti tanto alle imprese che hanno creato tecnologie digitali volte a svecchiare e a semplificare gli impianti tradizionali, quanto a quelle che le tecnologie digitali le hanno coraggiosamente adottate come strategia anti-crisi, ovvero per incrementare la produttività ed essere competitive sul mercato.

Le imprese dei settori individuati dal regolamento possono inviare la propria candidatura e raccontare i loro progetti innovativi fino alle ore 12.00 del 2 ottobre 2015 all'indirizzo di posta elettronica certificata .

Dopo la fase istruttoria, i progetti finalisti saranno sottoposti ad una votazione on line a partire dalle ore 12.00 del 3 novembre fino alle ore 12.00 del 20 novembre 2015.

Regolamento del premio e modulistica sono disponibili al seguente link.

Nuovo Fondo WILA

.

Sempre più vicino l’avvio del nuovo Fondo di Welfare Integrativo Lombardo dell’Artigianato (WILA)

La priorità e' costruire un meccanismo snello e integrato con San.Arti.

Il 31 luglio si sono insediati, per i primi adempimenti, l’Assemblea e il CDA del Fondo di Welfare Integrativo regionale dell’artigianato.

Le Parti Sociali lombarde dell’Artigianato stanno quindi dando corso ad una previsione contrattuale risalente alle Linee Guida per la Contrattazione siglate ad inizio 2012 e poi recepita dai singoli CCRL tra il 2012 e il 2014.

Al momento, l’impegno della CNA è specialmente quello di costruire un Fondo di welfare integrativo coerente e complementare con l’esperienza di San.Arti, evitando sovrapposizioni e sovrastrutture non più sostenibili.

Il raggiungimento di tale obiettivo è legato al concretizzarsi di alcune condizioni che si stanno progressivamente consolidando nella trattativa tra le Parti sociali:

  • La valorizzazione di sinergie con la struttura, le competenze e la rete di San.Arti;
  • La scelta, come soggetto assicurativo maggioritario, dello stesso soggetto che opera in San.Arti
  • La gratuità degli organismi del Fondo, per i quali non sarà prevista alcuna forma di compenso;
  • La valorizzazione di ELBA (Ente Bilaterale Lombardo dell’Artigianato), che dedicherà parte del personale all’operatività del Fondo, al fine di minimizzarne anche i costi di struttura;
  • La costruzione di un nomenclatore delle prestazioni complementare / aggiuntivo rispetto a quello già in essere per San.Arti, al fine di non generare doppioni.

Come noto, il versamento dei 5 euro mensili per lavoratore, previsto dalle Linee Guida del 2012 e dai CCRL lombardi siglati nel corso dell’ultima tornata contrattuale, costituisce un costo contrattuale che le Parti hanno ritenuto opportuno non destinare in busta paga ma utilizzare per costruire un’ ulteriore forma di welfare integrativo sanitario e sociale lombardo, con cui potenziare ulteriormente San.Arti, e con cui rispondere al graduale calo delle risorse pubbliche destinate alla Sanità nel nostro Paese (tra il 2010 e il 2015, si calcola un calo di 30 miliardi di investimenti pubblici su questo fronte).

Un impegno che le Organizzazioni datoriali dell’Artigianato stanno portando avanti resta quello di non attivare i versamenti da parte delle imprese prima di poter far conoscere, ad imprese e lavoratori, il catalogo delle prestazioni del Fondo.

AUA - Autorizzazione Unica Ambientale

.

Autorizzazione Unica Ambientale (AUA)

TARIFFARIO REGIONALE

Il Regolamento AUA introdotto dal DPR 59/2013 prevede il versamento, a carico dei Gestori, di diritti istruttori per il rilascio dell’autorizzazione (art. 8), sulla base delle esistenti normative settoriali.

La LR n.19/2014 art. 22 - Comma 1 - ha incaricato la Giunta regionale di provvedere alla definizione di “criteri per la previsione di oneri istruttori ai sensi dell'articolo 8 dello stesso DPR 59/2013”.

Con la delibera di Giunta regionale n. 3827 del 14 luglio 2015 (pubblicata sul BURL Serie Ordinaria n. 30 del 20 luglio 2015) Regione Lombardia ha definito un tariffario regionale unico, nel quale vengono definite le modalità di determinazione e versamento degli oneri istruttori per tutti i titoli ricadenti in AUA, in sostituzione dei tariffari settoriali (laddove esistenti).

dgr n. 3827 del 14 luglio 2015 "Indirizzi regionali in merito alle modalità di versamento delle tariffe istruttorie nei procedimenti di Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) ai sensi del DPR 13 marzo 2013, n. 59" 

Sistri - Accolte proposte CNA

.

SISTRI

ACCOLTE LE PROPOSTE CNA PER UN SISTEMA NUOVO DI TRACCIABILITÀ RIFIUTI

“Accogliamo con soddisfazione la decisione della Commissione Ambiente della Camera di chiedere al Governo, con la risoluzione approvata ieri, la definizione di un sistema totalmente nuovo per la tracciabilità dei rifiuti”. Lo ha dichiarato il Presidente di Rete Imprese Italia, Daniele Vaccarino.

“La Camera, è utile ribadirlo, ha detto che il SISTRI dovrà essere superato. Un segnale molto importante per migliaia di imprese – ha proseguito Vaccarino – che hanno bisogno di un sistema di tracciabilità nuovo, efficace e in grado di garantire la tutela dell’ambiente, senza costi pesanti e procedure assurde”.

“E’ assolutamente necessario – ha sottolineato Vaccarino - impostare secondo queste premesse il nuovo bando che, entro il 30 giugno, la CONSIP dovrà presentare. Altrettanto importante lavorare subito sulla normativa esistente, rimuovendo gli oltre 25 interventi legislativi che, in questi anni, sono stati costruiti sull’impalcatura delle regole e delle caratteristiche del vecchio SISTRI.”

“Apprezziamo particolarmente la scelta della Commissione Ambiente della Camera di mettere nero su bianco, nella risoluzione approvata, la richiesta al Governo di un 'impegno' affinché CONSIP tenga in debito conto le proposte presentate nel marzo scorso da Rete Imprese Italia. Confidiamo che la disponibilità che il Ministro, dell’Ambiente, Gianluca Galletti, sta dimostrando verso le nostre proposte possa consentire di conseguire il risultato”.

“Il nuovo sistema – ha concluso Vaccarino - dovrà avere un profilo pienamente istituzionale, dovrà essere basato sull’informatizzazione degli attuali adempimenti cartacei e, soprattutto, dovrà essere gestibile, con costi minimi, dall’intera platea delle imprese chiamate a tracciare i propri rifiuti, sfruttando le più moderne tecnologie”.