Accesso al Credito

.

INDAGINE CNA

L'ACCESSO AL CREDITO PER LE MICRO E PICCOLE IMPRESE DOPO LA CRISI

Dopo sette anni dall'inizio della crisi il rapporto banca-piccola impresa continua a essere centrale nel dibattito di politica economica del Paese. 
La CNA ha realizzato un'indagine che intende raccogliere le valutazioni delle imprese su alcuni dei principali aspetti di tale tema, anche per cogliere eventuali mutamenti nella scelta delle fonti di finanziamento, al fine di individuare strategie e politiche di intervento coerenti con le mutate esigenze delle imprese.

Il sistema di rilevazione garantisce il pieno anonimato ai partecipanti al sondaggio. Si ringrazia per la collaborazione.

Servizi postali

.

RINNOVO CCNL PER LE IMPRESE PRIVATE OPERANTI NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE, DEL RECAPITO E DEI SERVIZI POSTALI

Documenti
Scarica questo file (CCNL Imprese private operanti nel settore della distribuzione, del recapito e dei servizi postali - 8 Luglio 2015.pdf)CCNL[ ]249 kB

Speciale "Antincendio"

.

Sicurezza

Speciale "antincendio"

L'Ufficio Ambiente e Sicurezza di CNA Como ha predisposto una pubblicazione speciale sulla normativa e le regole per la prevenzione antincendio nei luoghi di lavoro, alla luce delle recenti modifiche introdotte dal legislatore.

Nel documento è indicato quello che c’è da sapere sulla prevenzione antincendio e come comportarsi perché una impresa sia in regola.

scarica lo Speciale "antincendio"

Rapporto INPS 2014: stralcio pensioni

.

RAPPORTO INPS 2014

STRALCIO PENSIONI

Le uscite per prestazioni istituzionali per l’anno 2014 ammontano a 303,4 miliardi di euro di cui 268,8 miliardi per prestazioni pensionistiche e 34,6 miliardi per prestazioni economiche aventi carattere temporaneo (dati di pre-consuntivo 2014). 

L’Inps mette in pagamento ogni mese complessivamente quasi 21 milioni di pensioni a favore di circa 15,6 milioni di beneficiari di cui oltre 7,2 milioni (46,4%) di uomini e 8,4 milioni di donne (53,6%).  >>>

Riforma sanità

.

RIFORMA SANITÀ

MARONI: VOGLIAMO MIGLIORARE UN SISTEMA GIÀ ECCELLENTE

Il 14 luglio scorso è iniziata nell'Aula del Consiglio regionale, la discussione sul Progetto di Legge relativo alla Sanità.

Parliamo di evoluzione e non di riforma che implica qualcosa che non funziona e che va cambiato: parliamo di evoluzione perché il nostro sistema socio-sanitario funziona e questo è stato riconosciuto anche dall'Organizzazione Mondiale della Sanità che due settimane fa, elencando le varie eccellenze, ha citato anche la Lombardia, unica regione in Italia" ha sottolineato il Presidente Maroni, continuando dicendo "Vogliamo fare una riforma che renda ancora più efficiente il Sistema socio-sanitario lombardo, adeguandolo all'evoluzione della società lombarda, con l'invecchiamento della popolazione e quindi con l'aumento della cronicità, integrando sul territorio l'attività delle aziende ospedaliere con l'assistenza alle persone con malattie croniche. Questa riforma porterà a una riduzione dei costi, avremo un risparmio a regime stimato in via prudenziale in oltre 300 milioni l'anno”  >>>