NASCE WILA

il Welfare Integrativo Lombardo dell’Artigianato

UNA RISPOSTA DEGLI ARTIGIANI AD UN MONDO CHE CAMBIA E AL RIDIMENSIONAMENTO DEL WELFARE PUBBLICO

In attuazione dell’Accordo Interconfederale Regionale dell’Artigianato del 25 Marzo 2015 tra Confartigianato Lombardia, CNA Lombardia, CLAAI Lombardia, Casartigiani Lombardia e Cgil Lombardia, Cisl Lombardia, Uil Lombardia è stato costituito, il 31 luglio 2015, il Fondo di Welfare Integrativo Lombardo dell’Artigianato, denominato W.I.LA.


WILA: una scelta della contrattazione collettiva regionale di lavoro

La nascita di WILA attua una previsione contenuta nei contratti collettivi regionali di lavoro siglati, tra il 2012 e il 2014, nelle seguenti aree:

  • CCRL dell’Area Legno e Lapidei
  • CCRL dell’Area Acconciatura, Estetica e Centri Benessere
  • CCRL dell’Area Chimica – Ceramica
  • CCRL dell’Area Alimentari e della Panificazione
  • CCRL dell’Area della Comunicazione
  • CCRL dell’Area Tessile Moda
  • CCRL dell’Area Meccanica

Il Fondo erogherà ai propri iscritti prestazioni di Sanità integrativa, di carattere assistenziale e di carattere sociale.

I lavoratori delle Aree contrattuali di riferimento maturano quindi un diritto contrattuale alle prestazioni WILA. Un diritto garantito dalle imprese mediante il versamento di 5 euro mensili per lavoratore, ed in particolare per:

  • i lavoratori dipendenti, con contratto a tempo indeterminato, compresi gli apprendisti;
  • i lavoratori assunti a tempo determinato con contratto di durata superiore o pari a 12 mesi.

Le prestazioni di Wila

Le prestazioni previste sono complementari e aggiuntive a quelle erogate da San.Arti, e riguarderanno le seguenti aree di intervento:

Area Sanitaria
• Interventi chirurgico - ambulatoriali 

• Indennità di maternità o di paternità 

• Indennizzo per astensione dal lavoro superiore a 180 giorni 

• Trattamenti fisioterapici riabilitativi 

• Terapie odontoiatriche conservative/otturazione 

• Non autosufficienza degli iscritti e dei loro genitori

Area Sociale
• Degenze nelle Residenze Sanitarie
• Acquisto di libri scolastici
• Disabilità dei figli
• Conferma degli apprendisti

Ciascun iscritto in regola dal punto di vista contributivo ha diritto alle prestazioni WILA, che sono erogate dal primo giorno del settimo mese dall’inizio della contribuzione. Il diritto alle prestazioni si conserva per i sei mesi successivi a quello in cui conclude il suo rapporto di lavoro.


Le ragioni di Wila: gli artigiani danno una risposta forte ad un welfare pubblico sempre più debole

Già a partire dal 2010 le Parti sociali dell’Artigianato hanno assunto una decisione strategica: prevedere, mediante la contrattazione collettiva, la creazione di San.Arti, un fondo di welfare integrativo: una scelta lungimirante se valutata dentro il contesto e gli scenari attuali. Una crisi economica e sociale senza precedenti, la perdita di quote rilevanti di ceto medio, l’ampliamento delle diseguaglianze, il drammatico calo della domanda interna e il conseguente avvitamento in una grave recessione di cui solo oggi si intravvede un lento superamento. In mezzo a questa vera e propria bufera economica e sociale, le piccole imprese dell’artigianato hanno dovuto sostenere una dura battaglia.

La crisi economica e sociale è divenuta una crisi del welfare state, sempre più ridimensionato dai bilanci degli Stati alle prese con il risanamento dei conti pubblici. Basti pensare che, tra il 2011 e il 2015, il sistema sanitario nazionale ha subito un disinvestimento di risorse pubbliche statali pari a circa 30 miliardi di euro, mentre si prevedono ulteriori tagli per 15 miliardi di euro da oggi al 2018; se dovessero essere confermati gli attuali trend di spesa, questo sistema, che oggi copre il 75% della popolazione, nel 2050 coprirà un italiano su due.

Come sul terreno degli ammortizzatori sociali solo il contributo dei Fondi di Solidarietà Bilaterali permetterà di integrare uno Stato e un welfare pubblico sempre meno capaci di offrire una copertura universalistica, così anche sul terreno della spesa socio-sanitaria essere davvero al passo con i tempi significa costruire modelli di intervento sussidiari a favore di lavoratori ed imprese. Da questo punto di vista, le risorse della bilateralità artigiana e gli accantonamenti contrattualmente previsti rivestono un interesse pubblico e sociale di grande rilevanza, integrano dal basso uno Stato sociale sempre più fragile e costituiscono uno strumento di tutela del reddito delle lavoratori, delle loro famiglie e dei titolari (pensiamo all’opportunità rappresentata dalle prestazioni San.Arti per i titolari d’impresa). Le Parti sociali lombarde dell’Artigianato hanno deciso quindi di costruire il Fondo WILA, scegliendo un modello di forte integrazione operativa ed organizzativa con San.Arti e con la struttura della bilateralità regionale, sia al fine di “fare sistema”, sia al fine di ottimizzare le risorse esistenti, puntando su un modello fatto di sinergie ed efficienza.

E’ importante sottolineare infatti che Wila rappresenta un’estensione territoriale di San.Arti, di cui renderà ancora più completa e articolata l’offerta di servizi in Lombardia.


Come versare a Wila

I versamenti devono essere effettuati entro il giorno 16 del mese successivo a quello di riferimento, contestualmente al versamento della corrispondente contribuzione INPS, tramite F24 con i seguenti codici:

  • Codice “ART1” € 3,5 (unitamente alla contribuzione di SAN.ARTI)
  • Codice “EBNA” € 1,5 (unitamente alla contribuzione di EBNA)

Come registrarsi all’anagrafe aziendale di Wila

Le imprese potranno registrarsi al portale del Fondo W.I.L.A o al portale del Fondo San.Arti. (www.sanarti.it) già attivi. Una volta completata la registrazione, il sistema informativo invierà le credenziali di accesso (nome utente e password) all’indirizzo email inserito in fase di registrazione. Con tali credenziali l’impresa avrà accesso alla sua area riservata dove controllare tutte le informazioni relative alla situazione contributiva.

Nel caso in cui le aziende siano già iscritte al Fondo San.Arti., con le credenziali in proprio possesso potranno accedere all’area riservata del Fondo San.Arti, cliccare sul link “Anagrafica” e indicare nell’apposita sezione l’adesione al Fondo W.I.L.A.

Le credenziali (nome utente e password) ricevute al completamento della registrazione dell’azienda dal portale San.Arti. o dal portale W.I.L.A. sono valide per entrambe i Fondi.

Per maggiori informazioni e approfondimenti si rimanda al regolamento delle procedure operative relative all’iscrizione, alla contribuzione ed alle prestazioni, consultabile e scaricabile nella sezione “Documenti” del portale internet del Fondo San.Arti. (www.sanarti.ite dal sito internet del Fondo W.I.L.A. che sarà attivato a breve.

Per qualsiasi ulteriore chiarimento è possibile contattare gli uffici del Fondo Wila telefonicamente al numero 02/29527866 o via email all’indirizzo