Controllo Illeciti Bancari

 
L’anatocismo è il fenomeno per il quale, nella prassi bancaria, si ha la capitalizzazione degli interessi su un capitale, affinché siano produttivi di altri interessi. In altre parole, vengono calcolati interessi su interessi.
 
In caso di anatocismo bancario, il correntista, sia esso un privato o un’impresa, può agire per ottenere la restituzione di somme indebitamente pagate.
 
Il servizio si pone l’obiettivo di far ottenere il recupero massimo possibile, avvalendosi di contabili esperti, di ottimi supporti informatici e dei migliori avvocati in materia.
 
La prima analisi è gratuita e fornisce, in via preventiva, il valore potenzialmente recuperabile. Questa viene effettuata sulla documentazione in Vostro possesso e comprende:
  • verifica degli estratti conto
  • verifica delle condizioni contrattuali
  • verifica di anomalie e malpractice
  • determinazione del Tasso Effettivo Globale ai sensi della Legge Antiusura
  • valutazione degli importi recuperabili per anatocismo
  • ricalcolo di interessi, commissioni di massimo scoperto e spese, secondo la normativa e le clausole contrattuali.
Dai risultati ottenuti valutiamo la convenienza economica all’azione, rapportando i risultati con le spese da sostenere, stimiamo l’opportunità di agire in anticipo mediante azioni di accertamento negativo del credito o individuiamo gli interventi da mettere in atto in caso di decreti ingiuntivi, richieste rientro fido, fidejussioni, etc.
 
Si sottolinea che nessun istituto di credito può agire in nessun modo nei confronti del richiedente o dei fideiussori, per cui il richiedente non corre nessun rischio di revoca dei fidi o di richieste di rientro da parte della banca.
 
Ecco i vantaggi che il servizio ti offre:
  • recupero degli interessi e oneri pagati e non dovuti
  • possibilità di ottenere la cancellazione delle segnalazioni alla Centrale rischi della Banca d’Italia e le altre banche dati per le posizioni che dovessero risultare errate a seguito dei corretti ricalcoli
  • eventuale congelamento delle posizioni debitorie per i conti correnti per il periodo necessario al raggiungimento dell’accordo stragiudiziale o delle azioni legali
  • eventuale congelamento dei mutui nel caso in cui il ricalcolo porti all’estinzione del debito per il periodo necessario al raggiungimento dell’accordo stragiudiziale o delle azioni legali