L'Unione CNA Artistico e Tradizionale comprende le imprese dei settori della lavorazione di metalli e pietre preziose, ceramica, ferro battuto, del restauro di beni culturali mobili, della fabbricazione di strumenti musicali tradizionali e di tutte le attività connesse.

Le più significative attività produttive di questa imprenditoria, rappresentata dall'Unione in modo autonomo e peculiare nel panorama associativo italiano, spaziano dalle lavorazioni dei metalli preziosi alla gioielleria, dalla liuteria alla ceramica d’arte e di tradizione, dall’artigianato che si esprime attraverso gli elementi materici identificativi delle diverse culture locali, ai mestieri della conservazione e del restauro del patrimonio.

Dall'impresa alla promozione e valorizzazione dei prodotti, dalla qualificazione alla tutela dei mestieri in via di estinzione, dalla formazione ad un apprendistato riqualificato all’interno della scuola e delle botteghe, l’impegno politico e sindacale dell’Unione è diretto a promuovere il riconoscimento e lo sviluppo delle imprese artigiane che hanno come comune denominatore la sapienza artigianale ed artistica, coniugata con la creatività e l’innovazione.

Imprenditori artisti, abili nel produrre in modo artigianale, ed Imprenditori artigiani, che producono in modo artistico, operano per conseguire nell’Unione un obiettivo globale attraverso gli obiettivi specifici dei diversi settori.

 

Presidente dell'Unione Marco Marchini

 

 

Firenze | G7 della Cultura

un appello al Ministero: tuteliamo i nostri restauratori

A tredici anni dall’approvazione del Codice dei Beni Culturali il futuro di migliaia di restauratori resta in bilico, a causa di un bando il cui termine viene costantemente rimandato. L’On. Lorenzo Becattini (PD) si rivolge al Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini. >>>

Bonus strumenti musicali

l'Agenzia delle Entrate stabilisce le modalità del contributo

Con il provvedimento n. 50771 del 2017, l’Agenzia delle Entrate ha individuato le modalità applicative per l’attribuzione del contributo una tantum, finalizzato all’acquisto di uno strumento musicale nuovo, coerente con il corso di studi, anticipato dal rivenditore o produttore sotto forma di sconto sul prezzo di vendita, previsto dalla legge di Bilancio 2017 nel limite complessivo di quindici milioni di euro.

Bonus strumenti musicali: come accedere alle agevolazioni >>>

Audizione della CNA alla Commissione Finanze del Senato

Compro Oro

La delegazione CNA Artistico per l’audizione presso la Commissione Finanze e tesoro nell'ambito dell'esame dell'Atto del Governo n. 390 (Disposizioni per l'esercizio delle attività compro oro)  tenutasi il 14 marzo scorso:  ANDREA SANTOLINI Presidente Nazionale CNA Artistico, ARDUINO ZAPPATERRA Presidente Orafi CNA VICENZA, MARCO TRONCON Responsabile settore orafi CNA VICENZA, NICOLA ZOI Responsabile settore orafi CNA AREZZO, ELENA GRAZIOLI Ufficio Legislativo CNA Nazionale.

I principali interventi >>>

edizione 2017

Salone del Restauro di Ferrara

Fiera di Ferrara dal 22 al 24 marzo

Come per gli anni precedenti, anche per l’edizione 2017 CNA Artistico e Tradizionale Nazionale in collaborazione con CNA Artistico e Tradizionale Emilia Romagna partecipa al Salone Restauro Musei di Ferrara che si terrà dal 22 al 24 marzo 2017 presso la Fiera di Ferrara.

CNA Artistico e Tradizionale Emilia Romagna sarà presente anche con uno stand collettivo a cui hanno aderito 11 imprese, con un ricco programma di eventi e seminari teso a valorizzare il contributo dell’artigianato al sistema del restauro e dell’archeologia.

Qui sotto trovate il save the date delle iniziative organizzate da CNA Artistico e Tradizionale e CNA Ferrara in occasione del Salone con eventi di grande rilievo e l'invito al  primo convegno organizzato dal Coordinamento Nazionale Archeologi CNA

SAVE THE DATE | programma appuntamenti

Invito convegno Archeologi

Ingresso gratuito al Salone previa registrazione obbligatoria
(scheda da stampare, compilare e consegnare all'ingresso della manifestazione)

SCHEDA DI REGISTRAZIONE

CITES – STRUMENTI MUSICALI

Aggiornamento normativa

IN VIGORE DAL 4 FEBBRAIO 2017
i nuovi obblighi per le imprese che utilizzano legni pregiati nelle lavorazioni

Facendo seguito alla precedente comunicazione, nella quale ricordavamo che coloro che detengano esemplari delle nuove specie iscritte nell'allegato A del regolamento 338/97 dovranno farne denuncia al Servizio certificazione CITES del Corpo forestale dello Stato (ora Arma dei Carabinieri) competente territorialmente.

Informiamo che il nuovo Regolamento è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 1 febbraio scorso ed è in vigore dal 4 del mese corrente ( il Reg. UE 2017/160 che modifica gli allegati del Reg. CE 338/97 del Consiglio , relativo alla protezione di specie della flora e della fauna selvatiche mediante il controllo del commercio). >>>

LIUTERIA-STRUMENTI MUSICALI - EBANISTERIA

A rischio l’esportazione

I LEGNI ESOTICI DETENUTI PER LA COSTRUZIONE DI STRUMENTI MUSICALI, MOBILI, ECC. POSSONO ESSERE USATI SOLO SU AUTORIZZAZIONE. Lo dice il REGOLAMENTO (CE) N. 338/97 e servono i permessi CITES.

La produzione di strumenti musicali, di mobili di pregio che usano legni esotici è a rischio con l'entrata in vigore di norme restrittive sull'importazione/esportazione e detenzione di essenze legnose esotiche dichiarate in via di estinzione.

Nel caso si intenda portare fuori dall’Italia beni di interesse storico-artistico, disciplinati dal Codice dei Beni culturali e del Paesaggio (d.lgs. 42/2004 – artt. 10 e 11) e realizzati con materiali derivati da specie incluse negli allegati CITES del Regolamento 338/97 (REGOLAMENTO (CE) N. 338/97 DEL CONSIGLIO del 9 dicembre ...) è necessario preventivamente ottenere dagli Uffici esportazione preposti del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo (MiBACT), l’attestato di libera circolazione per Paesi facenti parte della UE (ALC) o della licenza di esportazione per Paesi extra UE (per beni di oltre 50 anni e che siano opera di autore non più vivente) o aver presentato agli stessi Uffici esportazione un’autocertificazione (per beni che non superano i 50 anni o che siano opera di autore vivente). >>>

Bando Variazioni Musicali

Oltre 25.000 euro assegnati alle imprese della filiera strumenti musicali grazie a CNA

Sono stati tutti ammessi i progetti presentati da CNA per conto delle imprese associate di Milano e Cremona destinati a finanziare interventi innovativi per aumentare la competitività, rendere più attrattivi i laboratori e punti vendita, fornire nuovi servizi, migliorare i processi di produzione ed ampliare le opportunità di sviluppo e crescita.

I contributi a fondo perduto copriranno il 50% dell’investimento su un arco temporale al massimo di 18 mesi e saranno uno strumento per far fronte alle sfide lanciate dal mercato e dalla concorrenza.

Questa iniziativa è definita da Mauro Parolini, Assessore regionale allo Sviluppo economico, “iniziativa pilota molto specifica” destinata ad essere “un aiuto concreto alle imprese che operano in un contesto di nuove e interessanti sfide imposte dal mercato, finanziando i loro interventi innovativi finalizzati ad aumentare la competitività”

CNA concorda che questa iniziativa sia un’azione pilota da estendere a tutti i comparti artigiani dell’eccellenza, che necessitano di investimenti in innovazione e marketing.

MIBACT | Avviso del 5 gennaio 2017

Bando pubblico per l'acquisizione della qualifica di collaboratore restauratore di beni culturali - tecnico del restauro

In riferimento ai decreti direttoriali n. 38 del 23 marzo 2016 e n. 87 del 14 settembre 2016, l'elenco di coloro ai quali è attribuita la qualifica di collaboratore restauratore - tecnico del restauro (art. 182, comma 1-octies, del d.lgs. 22 gennaio 2004, n. 42) è ulteriormente e definitivamente aggiornato con decreto direttoriale n. 1 del 3 gennaio 2017, in base alle ultime integrazioni deliberate dalla Commissione di valutazione.

L'elenco dei collaboratori restauratori - tecnici del restauro è pubblicato nel sito del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ed è accessibile a tutti gli interessati. Alla tenuta dell'elenco provvede la Direzione generale Educazione e Ricerca, anche ai fini dei successivi inserimenti. A breve saranno pubblicate norme e modalità per i successivi inserimenti.

Documentazione:
Avviso 5 gennaio 2017   (data ultimo aggiornamento: 09 gennaio 2017)
Decreto direttoriale 3 gennaio 2017 n. 1  (data ultimo aggiornamento: 09 gennaio 2017)
Elenco Tecnici del restauro – aggiornamento 1/2017  (data ultimo aggiornamento: 09 gennaio 2017)

Gorle, 1 dicembre 2016

AGGIORNAMENTO SETTORE RESTAURO

Il settore restauro continua a vivere una situazione di estrema difficoltà, dovuta anche ai diversi temi aperti e in continuo cambiamento: l’andamento del procedimento di qualifica e la nuova normativa appalti sono tra i più importanti.

Giovedì 1 dicembre 2016 – dalle ore 16.00 alle ore 18.30 presso la sede di CNA Bergamo a Gorle in via Roma 85, si terrà un incontro per affrontare e approfondire le seguenti tematiche:

  1. Situazione bando qualifica: aggiornamento sul lavoro congiunto a salvaguardia dell’elenco unico di qualifica previsto dalla normativa. scarica il comunicato congiunto.
  2. Situazione ricorso TAR
  3. Codice appalti: nuova normativa e controllo andamento delle gare in riferimento anche ai soggetti coinvolti (eventuali casi in cui gli inviti siano rivolti esclusivamente ai soggetti presenti nell’elenco illecito, pubblicato dal MIBACT in data 21 luglio 2016, sono da segnalare)
  4. Contratto collettivo di lavoro “ad hoc”: contratto che tenga conto della normativa in essere per ciò che concerne i profili di competenza (decreto ministeriale 86 del 26 maggio 2009) e i settori di specializzazione previsti dalla legge 7 del 14 gennaio 2013.

Per motivi organizzativi chiediamo di confermare la presenza via mail a:
Silvia Longhi -   - Tel: 035-285174

Roma, Convegno 13 ottobre 2016

Bonus Stradivari

Il 13 ottobre scorso si è tenuto a Roma presso la Sala Atti Parlamentari del Senato, il convegno organizzato da CNA "Strumenti Musicali. Un'eccellenza dell'artigianato artistico italiano".

Il Presidente Nazionale CNA Artistico Andrea Santolini, prima di entrare nello specifico del bonus, ha fatto un’analisi generale sul valore dell’artigianato artistico italiano, fatto di competenza e radicamento territoriale, che rappresenta uno dei volani dell’economia locale e nazionale, ma anche turismo e identità culturale. Capace di competere su scala mondiale, seppur tra mille difficoltà con una dimensione d’impresa pari a 1.5 addetti per azienda.

Nel merito del bonus per l''acquisto degli strumenti musicali i dati dimostrano che in soli 4 mesi, ne hanno usufruito 8.319 studenti di Conservatorio o Istituti parificati, il 46 % degli aventi diritto, per un totale di 7,5 milioni di euro, quasi la metà' dei 15 milioni messi a disposizione.

Ora si tratta di allargare la platea, innalzare il tetto oltre la soglia dei mille euro, con un contributo che nelle parole dell’On. Vignali potrebbe arrivare al 65% del costo dello strumento con un tetto massimo di 2.500 euro.

Il Vice Presidente Nazionale della CNA Fausto Cacciatori nelle sue conclusioni ha affermato che l’incontro di oggi, diventerà un appuntamento annuale, dove la CNA attraverso il proprio centro studi analizzerà l’andamento del bonus fra i propri iscritti e su scala nazionale.

Sarà un modo nuovo, non solo per verificare l’efficacia di un provvedimento, ma rappresenterà anche un momento di confronto con le Istituzioni, con il mondo dei Conservatori e della ricerca. 

Relazione CNA  |  Presentazione ricerca CERSI-CNA  a cura di Fabio Antoldi

rassegna stampa