Sta per volgere positivamente al termine l'annosa questione inerente la qualificazione dei restauratori. Stamane, in sede legislativa alla Commissione Cultura della Camera dei Deputati è stato approvato il disegno di legge di modifica dell'art. 182 del Codice dei Beni Culturali, la cosiddetta disciplina di qualificazione dei restauratori. Il testo del disegno di legge, emerso da una posizione di equilibrio tra Governo, parti politiche e sociali, con l'enorme contributo portato da CNA, organizzazione più rappresentativa del mondo del restauro, deve adesso affrontare l'iter burocratico del passaggio dalle altre Commissioni (Affari Costituzionali, Bilancio, Attività Produttive, Giustizia, Lavoro). Un momento formale che, speriamo già lunedì 17 dicembre, ponga fine all'annosa questione e tramuti in legge il nuovo testo, sì da consentire la ripartenza di un settore oramai da troppo tempo fermo e tartassato.

CNA, auspicando adesso una celere conclusione dell'iter, è onorata di aver rappresentato nel migliore dei modi possibile le istanze dei restauratori, dei loro familiari, dei collaboratori e di tutta la cittadinanza interessata alla tutela del patrimonio storico-artistico della nostra nazione, e di aver portato a risoluzione un problema che da ben due anni ha tenuto sulle spine migliaia di persone.