FASHION CULTURAL HERITAGE

La giornata di studio promossa da CNA Federmoda in collaborazione con Regione Lombardia sulla valorizzazione degli archivi della moda come motore di sviluppo per il Made in Italy non ha tradito le aspettative degli organizzatori.

“FASHION CULTURAL HERITAGE”, la giornata di studio promossa da CNA Federmoda in collaborazione con Regione Lombardia sulla valorizzazione degli archivi della moda come motore di sviluppo per il Made in Italy non ha tradito le aspettative degli organizzatori.

In 300 avevano prenotato, 300 sono arrivati. Tutti molto interessati all’argomento trattato con molta pertinenza dai qualificati relatori che, coordinati dalla Professoressa Maria Canella, si sono alternati sul palco.

Grazie a Federica Rossi, Museo della calzatura di Villa Foscarini Rossi, Stra; a Danilo Craveia, Museimpresa, Milano a Matteo Ferrario, Fondazione Zegna, Trivero; a Alessandra Arezzi Boza, Fondazione Emilio Pucci, Firenze; a Rita Airaghi, Fondazione Gianfranco Ferré, Milano; a Elena Puccinelli, Rinascente Archives, Milano; a Fabio Massaccesi, Fondazione Fashion Research Italy, Bologna; a Barbara Tosi, esperta di europrogettazione Finanziamenti pubblici e privati a sostegno delle iniziative di valorizzazione del patrimonio culturale.

Grazie a Pietro Lenna, Responsabile Unità Organizzativa Moda e Design di Regione Lombardia, per l’ospitalità e per aver aperto la manifestazione, a Marco Landi, Presidente naz.le CNA Federmoda e Antonio Franceschini, Coordinatore nazionale Federmoda, per la loro presenza, grazie a Beppe Pisani, Presidente CNA Federmoda Lombardia per aver promosso il convegno e per aver introdotto i lavori. Grazie all’ottimo staff costituito da persone CNA e di Regione Lombardia. Grazie a tutti i partecipanti.