CNA Federmoda raggruppa i settori tessile, abbigliamento, calzature, pellicceria, sartoria e attività connesse, tutelando e rappresentando le imprese artigiane e PMI del comparto moda, sia produttrici in conto proprio che subfornitrici/produttrici conto terzi.

L'Unione opera a sostegno delle imprese con iniziative e consulenze nel campo della formazione, del marketing e della promozione commerciale delle aziende produttrici in conto proprio e in subfornitura, dell’innovazione tecnologica, dell’aggiornamento tecnico e manageriale; promuove l’associazionismo tra le imprese. inoltre, realizza e gestisce reti di servizi per la diffusione delle informazioni quali quelle sulle normative del settore moda; organizza la partecipazione delle imprese a mostre e fiere di settore in Italia e all’estero e ad iniziative autonome di promozione delle imprese del settore.

Portavoce territoriale  Confezioni Maglieria Accessori Laura Strambi


 

Made in Italy

Il Ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli incontra i vertici di CNA Federmoda

Roma, 22 marzo 2017 - Incontro al MIUR tra il Presidente Nazionale CNA Federmoda Luca Marco Rinfreschi, il Responsabile Nazionale CNA Federmoda Antonio Franceschini e il Consigliere Nazionale CNA Federmoda Paolo Brogi con la Ministra dell’Istruzione, Università e Ricerca sen. Valeria Fedeli. Al centro del confronto i temi dell’integrazione scuola – lavoro, dell’istruzione e formazione quali leve al sostegno del made in Italy.

Nell’occasione è inoltre stato affrontato il tema della sensibilizzazione dei giovani verso un consumo consapevole anche alla luce del Protocollo d’Intesa sottoscritto lo scorso anno tra MIUR e CNA Federmoda e che sarà al centro dell’iniziativa Made in Italy: Valore Economico, Sociale, Etico “Cucire, Tramare, Ordire, Tessere, Formare … Etica !  in programma a Torino il 18 aprile prossimo.

Si è chiusa la prima edizione di TheOneMilano

Oltre 11.000 compratori professionali di cui il 63%stranieri

Milano, 27 febbraio 2017 – Con 11.154 visitatori provenienti da 82 nazioni, in quattro giorni TheOneMilano, il nuovo Salone della Moda ha fatto centro. I 286 brand, presentati dalle 244 aziende di cui quasi il 50% estere, hanno messo in mostra il meglio della loro produzione puntando, oltre che sulla qualità, sulla creatività legata all’abilità artigianale e all’innovazione tecnica dei prodotti.

Le fiere rappresentano uno strumento strategico che non può mancare quando si vogliono incontrare i clienti già fidelizzati e attrarre nuovi compratori; il business fieristico oggi più che mai si rivela indispensabile soprattutto per i piccoli produttori in cerca di visibilità e interlocutori solidi, ma è utile anche ai marchi già affermati per creare brand awareness e scoprire nuove occasioni di sviluppo. E questa felice unione delle due manifestazioni, Mipap e Mifur, ha infatti registrato risultati eccellenti. >>>

Mad Mood Milano

Innovazione e Sostenibilità con il binomio Moda e Cibo

Il designer vincitore della scorsa edizione del concorso ha intrapreso una collaborazione con il brand CARLOTTA CANEPA

MAD MOOD MILANO, dopo il successo della prima edizione di settembre 2016, che ha avuto luogo presso il Palazzo Giureconsulti, storica location della Camera di Commercio di Milano, si prepara al prossimo grande appuntamento a settembre 2017, durante il periodo della Fashion Week milanese.

L’obiettivo di MAD MOOD è comunicare l’INNOVAZIONE e la SOSTENIBILITA’ attraverso il binomio tanto amato FASHION&FOOD, che da sempre caratterizza e contraddistingue il made in Italy nel mondo.

Durante le giornate dell’evento si terrà anche il concorso dedicato ai giovani designers dell’ultimo anno delle scuole di moda: ne verranno selezionati venti che, in questa edizione, dovranno ispirare il proprio outfit all’ACQUA, fonte di energia rinnovabile ed alternativa per eccellenza. In giuria è confermata la presenza del Cav. Mario Boselli, Presidente Onorario della Camera della Moda Italiana, quest’anno anche quella di Beppe Pisani, ambasciatore di Milano Unica, Anna Fendi, Pietro Lenna, dirigente settore moda Regione Lombardia e Andrea Mancinelli Caporedattore Marie Claire. >>>

PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA, IN PARTNERSHIP CON CNMI, IL DESIGNER GEORGIANO SITUATIONIST

WHITE MILANO SEMPRE PIÙ INTERNAZIONALE

25.26.27 Febbraio 2017

Via Tortona 27 + 35 + 54

Il salone della moda contemporary, patrocinato dal Comune di Milano, apre dal 25 al 27 febbraio, con 511 marchi, di cui 145 esteri e 189 new entry, su una superficie espositiva di 20mila mq. (+11% rispetto a febbraio 2016). Previsti circa 22mila visitatori. Focus speciale sullo scouting internazionale dalla Cina al Kazakhstan, passando per il Belgio e il Portogallo. Lo Special Guest dalla Georgia sfila per la prima volta nel calendario della Camera Nazionale della Moda Italiana.

Dal 25 al 27 febbraio WHITE MILANO mette in mostra il carattere internazionale della manifestazione dedicata al womenswear che, a questa edizione, prevede un afflusso di circa 22mila tra visitatori e operatori del settore. La vocazione alla ricerca e alla cultura della moda contemporary porta in scena, nel Tortona Fashion District, un brand mix di 511 marchi, di cui 145 provenienti dall’estero e 189 new entry. La superficie espositiva arriva a 20mila mq. (+11% rispetto a febbraio 2016) allestita sulle tre location di Tortona 27, 35 e 54. >>>

MASTER FASHION & DESIGN

Tecnico per la commercializzazione e il marketing della filiera produttiva della moda e del design

25 GIOVANI PER 25 AZIENDE
600 ore di lezione + 400 stage
direzione prof. Dalia Gallico

Il profilo professionale oggetto dell’intervento proposto, risponde ad una precisa priorità delle aziende del settore moda e design, rappresentata dalla necessità di rivolgere lo sguardo complessivo dell’azienda, in tutti i suoi molteplici processi, all’internazionalizzazione dei mercati.

L’obiettivo del progetto è quello di formare una figura che abbia solide competenze amministrativo-contabili, ma che sia in grado di sostenere l’azienda sugli aspetti di carattere commerciale, della distribuzione e della comunicazione verso i differenti stakeholders internazionali e nazionali. >>>

WHITE

Più brand in gennaio e con Wood Wood sfila nel calendario della Camera Nazionale della moda Italiana

L'edizione di White Man & Woman di gennaio 2017 (dal 14 al 16) si presenta ancora più ricca, con 270 marchi, in aumento del 18% rispetto a un anno prima. 197 sono collezioni femminili, a conferma che la moda contemporary ha capito l'importanza di anticipare.

Lo ha sottolineato il fondatore del salone milanese, Massimiliano Bizzi, oggi (15 dicembre) in conferenza stampa a Palazzo Marino. «Ormai - ha spiegato - le preview donna non sono solo appannaggio dei grandi brand. Anche il contemporary vuole presentare due mesi prima, perché ha compreso che è molto importante per i buyer esteri. Chi mette in scena uomo e donna insieme può inoltre razionalizzare i costi».

La nuova edizione di White sarà all'insegna delle sinergie. In primis con le showroom. «I marchi - ha dichiarato Bizzi - sono interessati anche a spazi piccoli, che rimandano alle showroom di riferimento: credo sia una chiave moderna di vedere il salone».  >>>

Terza edizione
Gennaio/Giugno 2017

out of fashion

Corso di Formazione ideato da CONNECTING CULTURES in collaborazione con London College of Fashion, CNA Federmoda, CNA Milano Monza Brianza e Fondazione Gianfranco Ferré

Riprende out of fashion con la terza edizione da gennaio a giugno 2017 alla Fondazione Gianfranco Ferrè di Milano. 6 masterclass tratteranno i temi relativi alla sostenibilità nel campo della moda, dell’arte, dell’etica, della produzione, della comunicazione e dell’economia.

out of fashion si rivolge a giovani professionisti interessati ad avviare una propria attività o a lanciare il proprio marchio nell’ambito della moda sostenibile; a coloro che già lavorano e desiderano ampliare le proprie conoscenze in vari campi della sostenibilità nel settore dell’industria tessile, del design; a tutti coloro interessati a partecipare alla formazione culturale nell’ambito del conscious fashion. >>>

A Mantova il 3 novembre 2016

M.A. | Magazzini aperti

Magazzini Aperti è promossa dall’Assessorato regionale allo Sviluppo Economico, in collaborazione con Milano Unica, Piattaforma Sistema Formativo Moda ed Explora: il progetto sostiene gli studenti e i giovani fashion designer nelle loro attività formative e nell’incontro con le imprese. A questa iniziativa hanno aderito le scuole del territorio e oltre 36 aziende che hanno aperto i propri magazzini per il reperimento dei tessuti e dei materiali necessari alla realizzazione delle collezioni. Il 3 novembre Magazzini Aperti si terrà a Mantova negli spazi di Palazzo Te: nella Sala Polivalente si terrà il workshop, che coinvolge stilisti e giornalisti di moda, e a seguire la sfilata delle scuole e la sfilata con gli stilisti e con la partecipazione del vincitore di Premio Moda Matera 2016 e di una selezione di Milano Moda Graduate. CNA Lombardia, CNA Mantova e CNA Federmoda collaborano all’iniziativa.

La partecipazione è GRATUITA previa prenotazione (per ragioni organizzative obbligatoria) all’indirizzo:  

programma

Mad Mood Milano 2016

Le aziende tessili e la nuova frontiera dell’ecosostenibile

Moda tra tradizione, innovazione e sostenibilità: è questo il teorema di Mad Mood 2016, debutto pugliese alla settimana più cool di Milano, la fashion week.

“A Milano – ha detto l’assessore allo Sviluppo economico e all’Industria turistica e culturale delle Regione Puglia, Loredana Capone – la Puglia ha scelto di portare una visione integrata che va dalla moda alla bontà dei prodotti agricoli, al turismo, alla cultura della sostenibilità del territorio. Non è un caso l’abbinamento di cibo, moda e turismo, perché è nel DNA della nostra regione prenderci cura delle persone. Pensare alla salute dell’individuo non solo per la ‘cura’ ma anche con l’attenzione alla genuinità di ciò che mangia nella vita di tutti i giorni, alla qualità degli abiti che indossa, alla salubrità dell’ambiente che abita. Si tratta di una strategia che richiede azioni concrete, scelte coraggiose, e politiche pubbliche di investimento significative. Alla Puglia coraggio e volontà non mancano”.

La moda è un settore trainante per l’economia italiana. È il terzo settore manifatturiero nazionale e conta circa 450 mila addetti e oltre 50 mila aziende. >>>

XXVI CONCORSO NAZIONALE PROFESSIONE MODA GIOVANI STILISTI

Con la finale del Concorso si è chiusa l’edizione 2016 della rassegna di CNA Federmoda

Vincitore assoluto Guido Di Sante

Con la finale della 26ma edizione del CONCORSO NAZIONALE PROFESSIONE MODA GIOVANI STILISTI si è conclusa l’edizione 2016 di RMI, la manifestazione di CNA Federmoda realizzata con la collaborazione del Comune di Riccione e il contributo della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Rimini. Il migliaio di progetti pervenuti sono stati valutati da una Commissione di esperti composta da imprenditori e stilisti del settore moda che ha scelto i finalisti per l’elevato livello di qualità del design, per la ricerca nei materiali, per l’originalità della proposta creativa. I migliori progetti del Concorso hanno sfilato sabato 23 luglio in Piazzale Ceccarini in una atmosfera ad alto tasso emotivo che ha visto la designazione del vincitore assoluto tra i vincitori di ciascuna delle sezione in gara e la consegna dei rispettivi premi. >>>