FRANCIA

A Parigi e Grenoble obbligatorio, anche per i veicoli stranieri, il Bollino ambientale

Dal 1° Luglio 2016, in Francia, è stato introdotto un bollino ambientale denominato Crit'Air. L'obiettivo principale dell'azione è quello di ridurre, passo dopo passo, le emissioni e gli inquinanti atmosferici, incentivare i nuovi veicoli a basso consumo ed eliminare gradualmente dalla circolazione i vecchi veicoli inquinanti.

Dopo un periodo di rodaggio, dal 1 febbraio 2017, per accedere nelle cosiddette ZCR (zone ambientali a circolazione ridotta) - equivalenti alle britanniche LEZ o all’area C del Comune di Milano - i veicoli non immatricolati in Francia devono munirsi del bollino ambientale Crit’Air che attesta il loro livello di emissioni inquinanti.

Il nuovo bollino Crit’Air  dal 1° novembre 2016 , è entrato in vigore anche nell’area metropolitana di Grenoble. Gli automobilisti stranieri potranno ordinare il proprio bollino sul seguente sito www.certificat-air.gouv.fr
Il bollino verrà recapitato entro 5 giorni lavorativi e dovrà necessariamente essere posizionato sul veicolo a pena di una sanzione di 65 € per i trasgressori.

Sono state previste 6 tipologie di classi di inquinamento (dalla 0 alla 5), in funzione della classificazione del veicolo, del tipo di alimentazione e della categoria euro del motore del veicolo, fermo restando che l’accesso è vietato ai veicoli pre 1997 - tanto francesi che stranieri –
Le etichette devono necessariamente essere esposte sul veicolo, pena una sanzione compresa tra i 68 € e i 375 €.

Altre notizie sulle ZCR e sulla regolamentazione della circolazione in queste zone possono essere ottenute consultando la pagina internet (in lingua italiana): http://it.france.fr/it/sulla-francia/regolamentazione-accesso-alle-zone-circolazione-ridotta-francia.