CNA FITA rappresenta e tutela le imprese che aderiscono al settore del trasporto merci e del trasporto persone.

TRASPORTO MERCI

L’Unione CNA FITA associa imprese di autotrasporto di cose per conto terzi dell’artigianato e della piccola e media impresa e le loro forme organizzate, quali ad esempio i consorzi e le cooperative.
Le imprese associate operano principalmente nel trasporto per conto terzi di prodotti industriali a carico completo, nei trasporti di prodotti agroalimentari ed a temperatura controllata (ATP), nel trasporto petrolifero e chimico, nei trasporti di veicoli, in quello di rifiuti e di merci pericolose, nella distribuzione urbana e a medio raggio e nel trasporto di collettame, nei trasporti combinati, in quelli di materiale da costruzione, nei cementi e negli inerti, nei trasporti eccezionali, oltre che nelle attività complementari e sussidiarie al trasporto delle merci.

Tra gli obiettivi dell’Unione:

  • tutelare, assistere e rappresentare i propri associati
  • sviluppare in modo qualificato l’Associazionismo economico tra gli imprenditori del trasporto
  • intrattenere rapporti industriali con le principali organizzazioni della committenza partecipando alla stipula degli Accordi economici nazionali di settore che fissano prezzi e condizioni di trasporto delle diverse tipologie di merci
  • tenere rapporti per il Parlamento ed il Governo, anche con la propria diretta partecipazione ai diversi tavoli di concertazione, mantenere rapporti con la Pubblica Amministrazione centrale e periferica
  • partecipare attivamente alla contrattazione e stesura del CCNL offrendo la diretta assistenza alle imprese

In Lombardia è stato costituito nel ’96 un Consorzio di autotrasportatori denominato CO.L.SE.A. (Consorzio Lombardo Servizi Autotrasporto) per offrire ai propri associati servizi alle imprese e per abbattere i costi di gestione delle stesse.
I servizi offerti sono: tessere autostradali italiane ed estere, tessere per il passaggio dei tunnel del Frejus e del Monte Bianco, ticket per il servizio traghetti, servizio assicurativo, servizio revisioni, tessere servizio carburante.

Per informazioni generiche legate all'Impresa contattateci via mail all'indirizzo

Per informazioni su servizi mirati alla categoria trasporto merci contattare CO.L.SE.A.  al numero 02.244.16.453

TRASPORTO PERSONE

A questo comparto aderiscono le imprese dei settori:

  • taxi
  • autonoleggiatori con conducente
  • autonoleggio bus

con lo scopo di tutelare gli interessi delle categorie professionali, valorizzarne il profilo tecnico-economico ed elaborare progetti tecnici, economici e legislativi finalizzati a sviluppare la capacità d’impresa in un corretto contesto concorrenziale.

Per iformazioni generiche legate all'Impresa contattateci via mail all'indirizzo

Per informazioni su servizi mirati alla categoria trasporto con taxi contattare S.A.TA.M.

  • Portavoce territoriale  Trasporto merci Luciano Consonni
  • Portavoce territoriale  Taxi Raffaele Grassi

Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e Meet The Media Guru presentano il premio 

DIGITAL AWARD - IL CORAGGIO DI INNOVARE

pensato per le imprese che si distinguono per l'utilizzo di soluzioni digitali

I trasportatori lombardi sono pronti al fermo

AUTOTRASPORTO: SPESE NON DOCUMENTATE IN FORSE

"Non ci sono soldi, le deduzioni per spese non documentate saranno ridotte da 56 a 18 euro"

Questo è quanto viene proposto al mondo dell'autotrasporto dal Ministero dei Trasporti.  Nonostante le assicurazioni del passato, ora ci troviamo nell'incertezza totale su quanto potranno mettere in deduzione per le spese non documentate le aziende dell'autotrasporto.

E' inaccettabile che, con risorse già promesse e con dichiarazioni dei redditi fatte e sulle quali abbiamo già pagato le tasse, alla vigilia dei versamenti ci venga annunciato "ci siamo sbagliati è tutto da rifare perché le risorse promesse non ci sono più."  >>>

Lettera aperta del Presidente nazionale CNA-Fita, Cinzia Franchini, al Ministro dei Trasporti, Graziano Delrio

SALVARE L’AUTOTRASPORTO ITALIANO

Illustre Ministro Delrio,

Le scrivo pubblicamente affinché sia chiaro, trasparente e condiviso il pensiero di CNA-Fita riguardo la ripartizione delle risorse economiche annuali destinate al settore che rappresento, l’autotrasporto, e più precisamente alle deduzioni forfettarie. La CNA-Fita ha assunto sempre comportamenti responsabili e improntati alla massima collaborazione con il Ministero da Lei governato. Siamo convinti, e lo abbiamo dimostrato nei fatti, che i momenti difficili vadano affrontati con sforzo comune, nella condivisione dei problemi reali e nell'interesse collettivo.  >>>

DEDUZIONI FORFETTARIE

IL MINISTRO DELRIO CONFERMA IL BENEFICIO FISCALE

Nel corso dell'incontro che si è tenuto ieri pomeriggio a Roma, presso il Ministero dei Trasporti, il Ministro Delrio si è impegnato, entro 3 giorni, a fornire agli operatori dell'autotrasporto una risoluzione definitiva per sbloccare l'impasse sulle deduzioni forfettarie (si tratta di deduzioni e crediti d’imposta essenzialmente legati al recupero forfettario delle spese sostenute dagli autotrasportatori per le trasferte).

In ogni caso ci è stato comunicato che le deduzioni sono confermate così come pure gli importi giornalieri. Si tratta ora di verificare se i 60 milioni di euro, dei 250 complessivamente erogati per l'autotrasporto, siano sufficienti a ricoprire tale capitolo di spesa o se invece è necessario attingere ad altri fondi.

Roma, 24 giugno 2015

Questionario on-line

indagine per le imprese di trasporto

La Commissione europea (Direzione generale per la Mobilità e i Trasporti) ha recentemente lanciato un sondaggio tra gli autotrasportatori per valutare l’implementazione e gli impatti della legislazione europea relativa agli aspetti sociali del trasporto stradale in particolare rispetto a:

• Regolamento 561/2006 sui tempi di guida, di pausa e di riposo
• Direttiva 2002/15/CE sull’organizzazione dell'orario di lavoro delle persone che effettuano operazioni mobili di autotrasporto
• Direttiva 2006/22/CE sulle norme minime per l'applicazione dei regolamenti (CEE) n. 3820/85 e (CEE) n. 3821/85 relativi a disposizioni in materia sociale nel settore dei trasporti su strada

L’obiettivo del sondaggio è quello di analizzare l’implementazione e il funzionamento delle normative sociali europee per il trasporto passeggeri e merci e i loro effetti riguardo:

1) alle condizioni di lavoro degli autisti
2) alla sicurezza stradale
3) alla concorrenza tra le diverse imprese

È perciò importante compilare il questionario con il maggior numero di voci possibili. Le risposte saranno usate nella definizione di soluzioni per migliorare il sistema.

Il sondaggio sarà attivo fino al 3 luglio.

Accedi al questionario

GESTIONE ALBO

Segnalazione permanere problematiche

Comunicazione presentata da CNA FITA al Ministero dei Trasporti in merito al permanere delle problematiche dovute al trasferimento delle funzioni di gestione dell’albo >>>

il Ministro Delrio sblocchi tempestivamente le risorse economiche per le deduzioni forfettarie

CNA FITA pronta alla proclamazione del fermo

Roma 17 giugno 2015 - Se prima dell’incontro convocato dal Ministro dei Trasporti Delrio, per il prossimo 23 giugno, con le associazioni di rappresentanza dell’autotrasporto, non avremo certezze sullo sblocco di questa situazione, la CNA-FITA convocherà gli organi preposti per la proclamazione del fermo nazionale.

Alla vigilia delle dichiarazioni dei redditi di migliaia di imprese artigiane dell’autotrasporto apprendiamo infatti che la Ragioneria Generale dello Stato, ha bloccato la fruibilità delle agevolazioni relative alle cosiddette “deduzioni forfettarie”, ritenendo i 60 milioni di euro destinati alla copertura di tale agevolazione non sufficientemente capienti. Si tratta di deduzioni e crediti d’imposta essenzialmente legati al recupero forfettario delle spese sostenute dagli autotrasportatori per le trasferte e che, in questa drammatica congiuntura economica, sono la sola voce che consente a migliaia di piccole imprese di sostenere i propri bilanci. CNA FITA su questo specifico punto è stata, da sempre, chiara e incontrovertibile.

Ha commentato Cinzia Franchini, Presidente nazionale CNA FITA: “Siamo stanchi di assistere ad una incapacità di programmare e gestire i bisogni e le necessità minime di un settore ridotto così com’è proprio dall’assenza politica di visione, che disattende precisi impegni assunti e continua a favorire le solite lobby. Le soluzioni ci sono, basta trasferire su questa voce di costo fondi destinati ad altri capitoli di spesa, in questo momento non altrettanto prioritari. Se servono ulteriori risorse è da lì che debbono essere trovate. Diversamente sarà certa la proclamazione del fermo nazionale”.  

Regione Lombardia

Proroga bando filtri 2015

In relazione alla misura di incentivazione per l'installazione di dispositivi antiparticolato su veicoli diesel di proprietà delle imprese, disciplinata dal Bando di cui al Decreto n. 408 del 26/1/2015, la D.G. Ambiente, Energia e Sviluppo Sostenibile di Regione Lombardia comunica che con Decreto dd.U.O. n. 5014 del 17/6/2015 è stata disposta la proroga di chiusura del termine alla data del 30 dicembre 2015.

Rimangono invariati i criteri e le specifiche già individuate dal bando medesimo.

Si rimanda al sito della Regione Lombardia per trovare i video tutorial per la registrazione, la profilazione aziendale e la partecipazione al bando. 


CONTRIBUTI REGIONALI E SCONTI CON LA CONVENZIONE CNA PER L'ACQUISTO E IL MONTAGGIO

Gravi atti diffamatori e intimidatori contro Cinzia Franchini, Presidente Nazionale CNA-Fita

La solidarietà a Cinzia Franchini di Patrizio Ricci Presidente CNA FITA Lombardia

“A nome di tutta la CNA FITA Lombardia esprimo il rammarico e lo sdegno per un attacco che lede pesantemente l’immagine di Cinzia Franchini e di conseguenza dell'Associazione che rappresenta.”

“La credibilità ed i valori che esprime la CNA e la FITA non possono venir meno anche di fronte all'ennesimo tentativo di fiaccare l'incisiva azione che la Presidente sta svolgendo contro ogni illegalità e sopruso verso la categoria dell'autotrasporto.”

Queste sono le parole usate dal Presidente di CNA FITA Lombardia Patrizio Ricci dopo l'increscioso atto denunciato dal comunicato stampa della CNA FITA Nazionale .

L'attacco via web è solo l'ultima delle modalità di destabilizzare uno dei punti fondamentali su cui si fonda l'azione della CNA FITA di questi ultimi anni: la legalità e la sicurezza.

“Stiano tranquilli tutti i detrattori, continua Patrizio Ricci, su questo terreno CNA FITA Lombardia sarà sempre al fianco della Presidente Cinzia Franchini.”

La diffamazione, l'intimidazione ed ora l'attacco personale rendono ancor più efficace la presenza della CNA FITA, nel panorama associativo Nazionale, tesa a non far passare l'idea che l'autotrasporto non è più riformabile e destinato al declino.

Milano, 10 giugno 2015

FIRMATO IL DECRETO DI RIPARTIZIONE DEI FONDI PER L'AUTOTRASPORTO

ORA MANCANO SOLO I DECRETI ATTUATIVI

Firmato il decreto interministeriale n. 130 del 29 aprile 2015 per la ripartizione delle risorse destinate all’autotrasporto per il 2015.

Per la prima volta i 250 milioni che il Governo ha deciso di stanziare a favore dell’autotrasporto non sono limitati all’anno in corso, ma anche ai due successivi.

Per rendere fruibili i contributi alle imprese di autotrasporto bisogna attendere la pubblicazione dei decreti attuativi dei singoli contributi.  

Ammontare delle risorse e a cosa sono destinate

  • Recupero contributo Servizio Sanitario Nazionale su RCA auto: 20 milioni
  • Deduzione forfetaria delle spese non documentate: 60 milioni
  • Riduzione compensata dei rimborsi autostradali: 120 milioni
  • Incentivazione per la formazione professionale: 10 milioni
  • Investimenti per intermodalità,ristrutturazione  e aggregazione di imprese: 40 milioni

Il decreto specifica che i benefici sono subordinati ad apposita dichiarazione dei beneficiari circa il non superamento della soglia contenuta in tale normativa cosidetto «de minimis»