16 giugno 2015

Trasporto occasionale e saltuario dei rifiuti edili

Obbligo della Comunicazione Albo Gestori Rifiuti (art. 212, comma 8, del D.Lgs. n. 152/2006 ) - Sentenza Corte di Cassazione Penale

Vi segnaliamo per opportuna conoscenza la sentenza della Corte di Cassazione penale 26 marzo 2015, n. 12946, attraverso la quale viene sancito e ribadito il fatto che l'occasionalità del trasporto non è un requisito previsto dalla normativa per escludere l'obbligo della comunicazione all'Albo Nazionale dei Gestori Ambientali (ai sensi dell’art.212, comma 8 del DLgs 152/2006).

“Il trasporto occasionale e saltuario dei rifiuti non pericolosi effettuato dal loro produttore, quando non ecceda la quantità di 30 chilogrammi o di 30 litri per volta, esime soltanto dalla necessità del formulario di cui all'art. 193, del D.Lgs. 152/2006.”

 

Trasporto dei propri rifiuti speciali assimilati agli urbani
 

Vi informiamo inoltre che il Comitato Nazionale dell'Albo Gestori Ambientali ha chiarito attraverso la Circolare n.437 del 29/05/2015 (in allegato in calce all'articolo), che l'iscrizione nella categoria 2-bis, necessaria per il trasporto di propri rifiuti, è necessaria anche nel caso in cui i rifiuti speciali prodotti sono assimilati agli urbani e vengono trasportati dal produttore stesso negli appositi centri di raccolta operanti ai sensi della specifica normativa Decreto Ministeriale 8/4/2008

“Disciplina dei centri di raccolta dei rifiuti urbani raccolti in modo differenziato, come previsto dall'articolo 183, comma 1, lettera cc, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modifiche. (Gazzetta Ufficiale n. 99 del 28 aprile 2008)”

Documenti
Scarica questo file (circolare_albo_437_2015.pdf)CIRCOLARE 437[ ]142 kB