Carico immediato in digitale con tecnica della “Sovrapposizione dei files”

Il digitale e le nuove tecnologie CAD CAM continuano a riscuotere grande interesse nel settore odontoiatrico.

 

Con le tecniche in “carico immediato” sono aumentati i vantaggi per i pazienti, mentre, nell’ambito di questa chirurgia riabilitativa, sono aumentate le difficoltà per il medico.

 

Le criticità si possono individuare tutte nella fase post chirurgica: la presa dell’impronta, il corretto ripristino della dimensione verticale post chirurgica ed infine il corretto accoppiamento provvisorio impianto.

 

 

Il 7 Novembre 2019 CNA SNO Milano, il Dott. Francesco Zingari e Marco Genovese ne hanno dato una prova magistrale.

 

La serata ha dimostrato come risolvere le difficoltà del “carico immediato” con un work flow digitale attraverso il protocollo di “sovrapposizione dei files” associato alla doppia scansione evitando la produzione di modelli e come l’utilizzo dello scanner intra-orale possa determinare una corretta impronta e una predicibile dimensione verticale post chirurgica non più operatore dipendente.

 

Il quesito più ricorrente durante la serata ha visto coinvolto “La difesa del nostro spazio professionale”. Si tratta del tema su cui si giocherà il futuro dei laboratori odontotecnici.

 

Il messaggio di Marco Genovese rivolto a tutti i colleghi è “di smettere di pensare che al centro dell’universo ci sia solo il dente che modelliamo al banco, o peggio continuare a pensare che il vero problema sia il listino. La vera questione è imparare a vendere il nostro dente, riuscire a promuovere noi stessi, pensare a come far sopravvivere nel tempo la nostra attività”.

CNA SNO Nazionale si sta battendo su diversi tavoli per assicurare il diritto di unici fabbricanti di dispositivi medici odontoiatrici.

 

Si ringrazia i relatori Dott. Francesco Zingari, Marco Genovese per l’ottimo lavoro, gli sponsor Dentalloy SRL, Geass e i numerosi partecipanti

Commenta l'articolo