Circolare Preposto 2022 SICUREZZA

Circolare Preposto 2022

La Legge 215/2021 ha apportato modifiche al TU sulla Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro (Dlgs 81/08 e smi).

In particolare, esaminiamo quanto previsto per la figura del Preposto:

  • Il Datore di Lavoro dovrà nominare il preposto con incarico formale per l’effettuazione delle attività di vigilanza specifiche del suo ruolo (art. 18 co. 1 lett. b-bis).
  • Sono ampliati e rafforzati i compiti del preposto che ha ora il compito di sovrintendere e vigilare sull’osservanza da parte dei singoli lavoratori dei loro obblighi di legge, nonché delle disposizioni aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro e di uso dei mezzi di protezione collettivi e dei dispositivi di protezione individuale messi a loro disposizione. Nell’eventualità di rilevazione di comportamenti non conformi alle disposizioni e istruzioni impartite dal datore di lavoro e dai dirigenti ai fini della protezione collettiva e individuale, intervenire per modificare il comportamento non conforme fornendo le necessarie indicazioni di sicurezza. Nel caso di mancata attuazione delle disposizioni impartite o di persistenza dell’inosservanza, interrompere l’attività del lavoratore e informare i superiori diretti.
  • In caso di rilevazione di deficienze dei mezzi e delle attrezzature di lavoro e di ogni condizione di pericolo rilevata durante la vigilanza, il preposto deve interrompere temporaneamente l’attività e, comunque, deve segnalare tempestivamente al datore di lavoro e al dirigente le non conformità rilevate (lett. f-bis dell’art. 19 co. 1)
  • Nello svolgimento di attività in appalto e subappalto vi è l’obbligo di comunicare alle imprese committenti il nominativo dei preposti individuati dalle imprese appaltatrici e subappaltatrici (co. 8-bis dell’art. 26)
  • Le attività formative dei preposti devono essere svolte interamente in presenza e devono essere ripetute con cadenza almeno biennale (e non più quinquennale) e comunque ogni qualvolta sia reso necessario sulla base dell’evoluzione dei rischi o all’insorgenza di nuovi rischi (co. 7-ter dell’art. 37).

Per le modalità della formazione siamo in attesa della pubblicazione di un Accordo Stato/Regioni previsto entro il 30 giugno 2022

Si segnala che i preposti vanno individuati fra coloro che hanno le competenze, l’anzianità, l’esperienza lavorativa necessarie e hanno dei poteri di coordinamento ed indirizzo degli altri lavoratori.

Quindi, parliamo di capisquadra, capireparto, capiofficina, o comunque di coloro che anche senza riconoscimento formalizzato hanno una funzione di guida e coordinamento degli altri lavoratori.

Infine, al Preposto, già individuato e nominato in data antecedente dicembre 2021, sarà necessario:

  • comunicare le nuove responsabilità
  • regolarizzare l’aspetto formale con la firma di una nuova delega che indichi tutti gli obblighi previsti dalla normativa.

La Legge 215/2021 prevede sanzioni per il mancato rispetto delle disposizioni sopra citate.

La Legge 215 del 17 dicembre 2021 (G.U. n. 301 del 20 dicembre 2021), che ha convertito con modifiche il DL 146/2021, è entrata in vigore il 21.12.2021.

Per informazioni:

manelli@cnamilano.it

Commenta l'articolo