Guida ai controlli di sicurezza delle informazioni per PMI

Guida ai controlli di sicurezza delle informazioni per PMI

Pubblicata in italiano la Guida ai controlli di sicurezza delle informazioni per le piccole e medie imprese

Lo scorso 14 luglio, durante l’evento “Cybersecurity e PMI”, DIGITAL SME ha presentato la guida europea sulla sicurezza delle informazioni nelle PMI.

La sicurezza resta un tema cruciale nell’adozione delle tecnologie abilitanti e delle soluzioni di cui le aziende hanno bisogno.

In sintesi, in un momento in cui le MPMI sono sempre più colpite da attacchi informatici, la sicurezza informatica è essenziale per proteggerne il valore e garantirne la continuità operativa.

Durante l’evento, organizzato dalla Italian Digital SME Alliance, di cui CNA è socio, in collaborazione con la European DIGITAL SME Alliance, è stata presentata la Guida europea per le PMI sui controlli di sicurezza delle informazioni.

Ha aperto i lavori Fabio Massimo, Presidente della Italian Digital SME Alliance e Vice Presidente di CNA Milano.

In quest’occasione, Fabio Massimo è stato confermato per il prossimo triennio Presidente di Italian Digital SME Alliance.

Guida ai controlli di sicurezza delle informazioni per PMI- presentazione 14 luglio

La Guida

La guida si pone lo scopo di supportare le PMI in maniera più concreta nel conformarsi ai requisiti in materia di sicurezza informatica e di sviluppare le proprie capacità tecniche in tal senso. La sicurezza informatica è un requisito per l’intera catena di approvvigionamento, che garantisce il passaggio graduale dei processi industriali dal mondo fisico al cyberspazio.

Italian Digital SME Alliance ha tradotto la guida in lingua italiana. Fortemente voluta dal mondo imprenditoriale italiano, le associazioni di rappresentanza delle PMI Assintel, Confimi Industria Digitale, CNA Milano e Italia4Blockchain hanno collaborato nella sua sponsorizzazione.

Invece, European DIGITAL SME Alliance e SBS (Small Business Standards) hanno elaborato la versione originale in inglese, sviluppata come implementazione dello standard internazionale ISO/IEC 27002 e basata su standard internazionali, in primis ISO/IEC 27002 nonché le norme ISO/IEC 27701, 17021, 17065, ma anche il regolamento GDPR.

La guida ha al suo interno:

  • controlli di gestione della sicurezza,
  • controlli di sicurezza informatica,
  • raccomandazioni sulla sicurezza fisica e controlli sulla protezione della privacy,
  • indicazioni sulla governance della sicurezza delle informazioni.

Commenta l'articolo