COVID19-Ripartiamo in sicurezza assistenza CNA (1)

Ripartiamo in sicurezza con CNA

COVID-19 Ripartiamo in sicurezza: assistenza CNA

Con il DPCM 26 aprile 2020, con il quale il Governo ha emanato le norme sulla “fase due”, sono state indicate le misure di contenimento per la riapertura in sicurezza delle attività economiche (Articolo 2).

Il Decreto richiama il nuovo “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” (allegato 6).

Il Protocollo fornisce indicazioni operative sulle misure di contenimento negli ambienti di lavoro non sanitari, per contrastare l’epidemia di covid19, in questa delicata fase di riapertura.

A questo scopo, fin dall’inizio dell’emergenza, abbiamo realizzato una sezione speciale del nostro sito dove sono disponibili in libera consultazione, norme decretimodulisticaprotocollo condivisocheck-list e vademecum per l’attuazione del protocollo.

Sezione modulistica e documenti scaricabili 

Nella sezione dedicata alle “informazioni per settore”, saranno caricati i vademecum e i protocolli di settore da adottare per far fronte all’emergenza. Sono strumenti di supporto da utilizzare in modalità di autocompilazione e gratuiti.

Vi anticipiamo con questo invio i codici di autoregolamentazione per i seguenti settori:

Scarica l’infografica per gli esercizi commerciali del Ministero

Per quanto riguarda il DVR precisiamo che:

  • Per tutte le imprese, per le quali non vi è stato fino ad oggi necessità di predisporre una valutazione specifica del RISCHIO BIOLOGICO ovvero il rischio biologico non è di natura professionale, si ritiene che il livello di rischio attuale sia equiparabile a quello previsto per l’intera popolazione. Pertanto, non vi è necessità di modificare quanto già predisposto nel DVR generale, ma si tratta di attenersi scrupolosamente alle disposizioni previste all’interno dei decreti emanati dal Governo e dal protocollo di intesa stipulato tra Organizzazioni Sindacali dei lavoratori e Associazioni datoriali
  •  Per le imprese, per le quali il rischio biologico costituiva già in passato un fattore critico poiché legato alla professione esercitata (quali ad esempio quelle ricomprese nell’Allegato XLIV del d.lgs. 81/08) e per tale ragione è stato predisposto un documento di valutazione del rischio specifico, si tratta di integrare tale documentazione con un protocollo che tenga conto del virus COVID-19.

Restiamo a disposizione qualora desideraste ricevere una consulenza personalizzata e assistenza specifica in tema di:

  • Predisposizione Protocollo Anti-Contagio aziendale;
  • Istruzioni operative e informative per i dipendenti;
  • Formazione in e-learning sulle precauzioni da adottare in azienda;

Importante: il  protocollo anti-contagio, la cui necessità è ribadita anche dalla recente circolare del Ispettorato Nazionale del Lavoro, dovrà essere tenuto a disposizione degli Organi di Vigilanza.


 

CNA Milano continua la propria attività in modalità smart working fino al 1 giugno 2020.

Gli uffici sono aperti al pubblico soltanto su appuntamento
Per qualsiasi necessità, chiarimento ed esigenza contattare lo 02 42296774


Il Patronato Epasa – Itaco Milano continua a garantire l’operatività in modalità smart working fino al 1 giugno 2020.
Chiamate allo 02 26142543 o scrivete a milano@epasa-itaco.it per ottenere assistenza.

Commenta l'articolo