ultimi aggiornamenti dal Ministero e dalla Regione

Ultimi aggiornamenti dal Ministero e dalla Regione

Nuova ordinanza regionale: ecco le misure valide in Lombardia fino al 3 maggio 2020

Il Presidente Fontana ha firmato la nuova ordinanza n. 528 dell’11 aprile 2020 che prevede misure per la prevenzione e la gestione dell’emergenza epidemiologica da covid-19, valide dal 14 aprile fino al 3 maggio 2020.

Leggi l’ordinanza regionale

Cosa prevede la nuova ordinanza?

Resta salvoper gli aspetti non diversamente disciplinati dall’Ordinanza, quanto previsto dalle misure adottate con il Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 10 aprile 2020, con le misure in vigore dal 14 aprile fino al 3 maggio 2020.

Il Decreto Ministeriale prevede la proroga delle misure già in vigore con alcune novità, tra cui l’apertura di librerie e cartolerie.
Tuttavia, in base all’Ordinanza regionale n.528 dell’11 aprile 2020, libri, articoli di carta, cartone, articoli di cartoleria e forniture per ufficio possono essere venduti esclusivamente negli ipermercati e nei supermercati oppure tramite la vendita via internet, corrispondenza, telefono, televisione e radio.

Nuove misure per cittadini e imprese:

Leggi tutti i dettagli e le FAQ 


Nuovo DPCM: misure restrittive prorogate al 3 maggio 2020, con alcune variazioni a partire dal 14 aprile

Firmato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che proroga fino al 3 maggio 2020 le misure restrittive di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, con alcune variazioni a partire dal 14 aprile 2020.

Leggi il Decreto Ministeriale 

Variazioni alle attività produttive

Il Decreto Ministeriale consente la riapertura a partire dal 14 aprile 2020 delle seguenti attività:

  1. Catolibrerie, librerie, negozi di abbigliamento per bambini;
    2.Silvicoltura per alimentare la fornitira di combustibili;
    3. Attività forestali.

Verso la fase 2: alcune anticipazioni

È già stato avviato da parte del Consiglio dei Ministri, insieme al Comitato Tecnico Scientifico il lavoro per la cosiddetta “fase 2”, che, oltre ad una graduale riapertura delle attività, prevede:

  1. La creazione di un gruppo di lavoro di esperti (manager, sociologi, esperti dell’organizzazione del lavoro) che si confronteranno con il Comitato tecnico scientifico e che elaboreranno nuovi modelli innovativi di organizzazione del lavoro (che tengano conto anche del benessere dei lavoratori e della loro salute);
  2. La creazione di un protocollo per la sicurezza nei luoghi di lavoro, che consisterà nell’aggiornamento con alcune integrazioni al protocollo già firmato a marzo (sanificazione, distanze etc..);
  3.  La riorganizzazione del settore del trasporto e della logistica per evitare tutti quei mezzi che rischiano di creare assembramento.

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Liquidità: ecco le misure in sintesi

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto-Legge 8 aprile 2020, n. 23: il  Decreto Liquidità approvato dal Consiglio dei Ministri, diventano operative le misure a supporto di imprese, artigiani, autonomi e professionisti.

Leggi il Decreto Liquidità 

Cosa prevede il Decreto Liquidità?

Per favorire la ripartenza del sistema produttivo si potenzia il Fondo di Garanzia per le PMI in uno strumento capace di garantire fino a 100 miliardi di euro di liquidità, estendendone l’utilizzo anche alle imprese fino a 499 dipendenti.

Leggi  la circolare ABI: misure a sostegno della liquidità delle imprese danneggiate dall’emergenza del Covid-19

E’ inoltre previsto un forte snellimento delle procedure burocratiche per accedere alle garanzie concesse dal Fondo, che agirà su tre direttrici principali:

  • garanzia al 100% per i prestiti di importo non superiore al 25% dei ricavi fino a un massimo di 25.000 euro, senza alcuna valutazione del merito di credito. In questo caso le banche potranno erogare i prestiti senza attendere il via libera del Fondo di Garanzia;
  • garanzia al 100% (di cui 90% Stato e 10% Confidi) per i prestiti di importo non superiore al 25% dei ricavi fino a un massimo di 800.000 euro, senza valutazione andamentale;
  • garanzia al 90% per i prestiti fino a 5 milioni di euro, senza valutazione andamentale.

E’ stata inoltre prevista la possibilità di concedere alle imprese garanzie statali sui prestiti bancari attraverso Sace, nonché misure tese a potenziare gli strumenti per sostenere l’esportazione del made in Italy, l’internazionalizzazione e gli investimenti delle aziende.

Prorogata la sospensione di tributi e contributi per altri due mesi e quella relativa agli sgravi per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale. E’ stata infine estesa la normativa sul Golden Power anche alla difesa delle PMI e delle principali filiere produttive del nostro Paese.

Le nuove misure per le imprese

    • Nuove regole del FCG valevoli fino al 31 dicembre 2020
    • Garanzia SACE medie e grandi imprese e sostegno all’export;
    • Sostegno all’esportazione, all’internazionalizzazione e agli investimenti delle imprese;
    •  La nuova normativa Golden Power;
    • Credito d’imposta per l’acquisto di dispositivi di protezione nei luoghi di lavoro;
    • Sospensione di versamenti tributari e contributivi;
    • Proroga sospensione ritenute sui redditi di lavoro autonomo e sulle provvigioni inerenti rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione, di rappresentanza di commercio e di procacciamento d’affari;
    • Metodo previsionale acconti giugno;
    • Rimessione in termini per i versamenti;
    • Disposizioni relative ai termini di consegna e di trasmissione telematica della Certificazione Unica 2020;
    • Proroga dei certificati;
    • Assistenza fiscale a distanza;
    • Semplificazioni per il versamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche;
    • Fondo solidarietà mutui “prima casa”, cd. “Fondo Gasparrini”; –  Sottoscrizione contratti e comunicazioni in modo semplificato;
    • Differimento dell’entrata in vigore del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza;
    • Disposizioni temporanee in materia di riduzione del capitale;
    • Disposizioni temporanee sui principi di redazione del bilancio;
    • Disposizioni temporanee in materia di finanziamenti alle società;
    • Disposizioni in materia di concordato preventivo e di accordi di ristrutturazione;
    • Disposizioni temporanee in materia di ricorsi e richieste per la dichiarazione di fallimento e dello stato di insolvenza;
    • Sospensione dei termini di scadenza dei titoli di credito.

Leggi tutti i dettagli


Documenti utili 

Scarica il nuovo modulo di autocertificazione per gli spostamenti

Scarica il protocollo per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro. 

Che impatti per il tuo business? compila il questionario

Leggi tutti gli aggiornamenti di CNA

Contattaci per maggiori informazioni:

✉️ segreteria@cnamilano.it

Tel: 02 42296774

Commenta l'articolo