impiantisti

Impiantisti: le ultime novità

In questa comunicazione parleremo di:

1. Effettuazione e comunicazione dei controlli sulle apparecchiature previsti dal Regolamento Fgas:

  •  le scadenze
  •  le comunicazioni

2. Nuove funzionalità della Banca dati a partire dal 6 aprile

3. La rivista “L’installatore professionista”: leggila gratuitamente

Effettuazione e comunicazione dei controlli sulle apparecchiature previsti dal Regolamento Fgas

In attuazione della sospensione dei termini previsti dal Decreto “Cura Italia” per il periodo compreso tra il 23 febbraio ed il 15 aprile 2020 (pari a 52 giorni), il Ministero dell’Ambiente ha fornito indicazioni in merito all’effettuazione ed alla comunicazione dei controlli periodici sulle apparecchiature previsti dal Regolamento Fgas.

Per quanto riguarda l’effettuazione dei controlli, se questi devono essere effettuati nel periodo compreso tra il 23 febbraio ed il 15 aprile, dovranno comunque essere effettuati salvo il caso in cui sia dimostrabile l’impossibilità di svolgere tali controlli (ad es. nel caso di attività sospese) e/o sia dimostrabile l’assenza di tutte le condizioni di sicurezza necessarie ad evitare ogni possibilità di contagio.

In merito alla comunicazione alla banca dati fgas, da effettuarsi entro 30 giorni dall’esecuzione degli interventi, la decorrenza dei citati termini è sospesa dal 23 febbraio 2020 al 15 aprile 2020 compresi, e riprende dal 16 aprile 2020.

Nel caso di eventuali nuove e diverse disposizioni normative che estendano il suddetto periodo di 52 giorni, queste disposizioni si intendono automaticamente riferite a tale nuovo e più ampio periodo di sospensione.

Riferimenti normativi: circolare del Ministero dell’Ambiente prot.n.24526 del 06/04/2020; articolo 103 Decreto Legge n.18/2020; Regolamento UE n.517/2014.


Nuove funzionalità della Banca dati

A partire dal 6 aprile 2020 sono state aggiornate le funzionalità della banca dati fgas.

1) F-gas rigenerati: è possibile indicare fornitori di F-Gas rigenerati localizzati in altri Paesi della UE;

2) Nel caso di utilizzo di F-Gas riciclati, l’attuale procedura prevedeva solo la possibilità di indicare l’impianto che ha fornito F-Gas riciclato all’impresa certificata. Le modifiche apportate consentono ora anche di indicare se l’F-Gas è stato riciclato dalla stessa impresa certificata che svolge l’intervento, specificando se viene utilizzato nella stessa apparecchiatura dalla quale è stato recuperato o in altre. In entrambi i casi viene richiesto di indicare produttore e modello dell’apparecchiatura usata per riciclare il gas;

3) Per le apparecchiature con più circuiti, l’attuale procedura consentiva di indicare il carico massimo riferito solo all’apparecchiatura, mentre non era possibile specificare la tipologia di gas ed il quantitativo per singolo circuito. Dopo le modifiche apportate, dal menu “Inserimento manuale”, l’utente può ora indicare il carico massimo riferito al singolo circuito sia per le nuove apparecchiature nonché integrare le informazioni relative alle apparecchiature già presenti in Banca Dati. L’informazione del carico massimo riferito al circuito è obbligatoria in caso di installazione.

E’ disponibile una nuova versione del file.xsd per effettuare l’inserimento massivo dei dati, nella quale sono state recepite le novità sopra elencate. È comunque garantita la compatibilità dei file XML generati con schemi precedenti.

Inoltre, gli operatori, accedendo alla loro area riservata della Banca Dati F-gas possono scaricare un attestato contenente le informazioni relative ad ogni apparecchiatura.

Informazioni comunque riportate nel rapporto di intervento ricevuto dal manutentore e consultabili attraverso la Banca Dati. Per l’ottenimento di tale attestato è previsto il versamento di un diritto di segreteria.

Fontehttps://bancadati.fgas.it/#!/home


La rivista “L’installatore professionista”

Qui sotto potete trovare il link all’articolo pubblicato sul sito www.casaeclima.com relativo al primo numero della rivista “L’Installatore Professionale” alla quale, la CNA, ha concesso il nostro patrocinio.

Scopo della rivista è quello di supportare il processo di crescita degli installatori termoidraulici e, al suo interno, ospita il “Vademecum per le imprese del settore Installazione Impianti” da noi
redatto e distribuito agli associati a fine marzo, a conferma della efficacia della nostra azione sindacale.

Clicca qui per leggere tutta la rivista “L’installatore Professionale”


Contattaci per maggiori informazioni:

Email: segreteria@cnamilano.it

Tel: 02 42296774

Commenta l'articolo